DIBATTITO – La conoscenza in regione confronto di idee e proposte

sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro

CAMPOBASSO – I temi della conoscenza in regione, è stato il tema di un incontro dibattito organizzato da art.1 Movimento Democratici e progressisti a cui hanno partecipato l’on. Danilo Leva che ha sottolineato l’importanza  di definire dei percorsi che  consentano alla sinistra di essere un punto di riferimento per  i valori e le idee che propone e Sergio Sorella già segretario regionale della FLC CGIL Molise ed ora presidente nazionale di Proteo Fare Sapere.

La relazione introduttiva è stata affidata a Sergio Sorella che ha analizzato lo stato di salute dei settori della conoscenza in regione; ha delineato le linee programmatiche sulle quali dovrebbe muoversi l’azione politica per innalzare i livelli d’istruzione e di formazione; si è soffermato sulla necessità di lavorare per la costruzione di un sistema della conoscenza che qualifichi l’offerta formativa regionale e che sappia dare risposte all’impoverimento del nostro territorio; ha fatto proposte in merito all’edilizia scolastica, al dimensionamento, alle risorse per il diritto allo studio, al tempo scuola da potenziare, allo sviluppo delle aree interne, alle professionalità che non devono essere mortificate, alla necessità di una legge regionale sull’istruzione (l’ultima è del 1985!), al ruolo dell’università, della formazione professionale e del conservatorio nel sistema formativo regionale. Di fronte a tante emergenze Sorella ha stigmatizzato l’assenza in Regione di un assessore all’istruzione e il disinteresse  nei confronti di un settore, quello della conoscenza, che potrebbe rappresentare un elemento di crescita per l’intera società molisana.

E’ intervenuto anche Gianni Cerchia, docente presso l’Università del Molise che si soffermato sulla miope politica governativa della valutazione che generando una continua riduzione di risorse per le università del Mezzogiorno, ne determina una progressiva marginalizzazione. Pertanto va posto fine alla sottrazione di finanziamenti alle università meridionali e va riorganizzata l’offerta formativa di quella molisana tenendo conto anche delle grandi potenzialità ambientali ed enogastronomiche.

I diversi interventi del pubblico  sottolineando l’importanza di usare un linguaggio nuovo nella comunicazione con i cittadini, spesso disillusi, hanno messo in evidenza l’esistenza di buone pratiche da valorizzare, la gravità della cessione della sanità pubblica ai privati, il ruolo che dovrebbe avere la facoltà di medicina e le politiche per l’accoglienza e l’integrazione.

L’on. Nico Stumpo di Art.1 Movimento dei Democratici e Progressisti ha chiuso i lavori delineando le ragioni per le quali si è dato vita a questo movimento, a partire dalle politiche sbagliate e neo liberiste messe in atto dal PD, che denotano una visione della società fortemente gerarchizzata e non solidale, riprendendo i temi sui quali occorre riaprire una discussione con la società civile. In questo contesto, ha concluso, le questioni poste in merito alla conoscenza rappresentano un elemento centrale dell’azione politica di Art. 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: