CATTOLICA – La cardiochirurgia della “Fondazione” riconosciuta eccellenza dalla stampa nazionale

fondazione-cattolica
ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – La cardiochirurgia della Fondazione Giovanni Paolo II di Campobasso  al centro dell’informazione nazionale. Al Tg1 della Rai, infatti, è stato ricordato, infatti, come il centro di Tappino sia un’eccellenza nel settore sebbene molti non  lo sappiano e quindi siano indirizzati o preferiscano andare al Nord.

E per l’occasione è stato fatto riferimento al Convegno di metà giugno quando a Campobasso sono convenuti i massimi esperti al mondo della cardiochirurgia  che hanno portato le loro esperienze sulla terapia e innovazioni sulle disfunzioni della valvole mitralica.

Un momento di  grande partecipazione di medici e professionisti del settore, ma anche di cittadini e Associazioni di pazienti, al convegno promosso dal Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Fondazione “Giovanni Paolo II” di Campobasso, diretto dal dottor Carlo Maria De Filippo che ha visto tra gli intervenuti, Steven Bolding, Università del Michigan, e Marriel Jesupp, University of Pennsylvania’s Perelman School of Medicine; Filippo Crea, direttore del polo di scienze cardiovascolari e toraciche e ordinario di cardiologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Raffaele Landolfi direttore dell’area Medicina interna e urgenza della stessa Università,   Ottavio Alfieri, Università San Raffaele,  Corrado Tamburino, Direttore Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare Università di Catania e  Mark Goodwin responsabile innovazione tecnologica American Heart Association.

“La Formazione è una delle nostre finalità principali  – ha spiegato il Direttore Generale Mario Zappia – nel campo medico scientifico è fondamentale l’aggiornamento continuo. Noi abbiamo sempre puntato sull’innovazione tecnologica con importanti investimenti anche dal punto di vista formativo.  Questo  – ha continuato – ci permette di praticare le più moderne tecniche chirurgiche oggi esistenti, al pari dei più prestigiosi Centri di rilievo internazionale. Vogliamo essere un riferimento importante anche per il territorio – ha concluso Zappia – abbiamo offerto la possibilità di partecipare gratuitamente ad un corso di alta formazione a numerosissimi professionisti arrivati da diverse regioni, che immagino siano rimasti molto soddisfatti dell’iniziativa”.

Ha presenziato all’evento anche il Presidente della Fondazione, dottor Maurizio Guizzardi.

“Il nostro dipartimento – ha dichiarato De Filippo –  Si sta caratterizzando fortemente per l’innovazione tecnologica con l’applicazione di nuove metodiche per la terapia valvolare, per lo scompenso cardiaco con neuromodulazione del cuore e per l’utilizzo delle cellule staminali autologhe nelle malattie cardiovascolari. Adesso coordiniamo il registro clinico per l’ischemia periferica che coinvolge circa 20 centri italiani”.  Intensa è la collaborazione con il Policlinico Agostino Gemelli di Roma. Il corso di alta formazione ha offerto l’occasione ad alcuni dei più autorevoli esperti della Cardiochirurgia mondiale di confrontarsi sugli aspetti attuali e gli sviluppi futuri delle terapie della patologie valvolari, purtroppo in costante aumento. Un confronto tra cardiochirurghi e cardiologi italiani e statunitensi di altissimo profilo, con l’obiettivo di mettere a fuoco le tecniche più innovative per trattare le valvole cardiache; tecniche che utilizzano sia un approccio non chirurgico che chirugico ma con riparazione e non sostituzione della valvola – ha commentato il direttore del polo di scienze cardiovascolari e toraciche e ordinario di cardiologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Filippo Crea. In passato le valvole cardiache  potevano essere sostituite solo per via chirurgica, oggi è possibile anche ripararle: i chirurghi hanno messo a fuoco tecniche micro-invasive che consentono la riparazione di queste valvole con chiari vantaggi per i pazienti”.

Per Ottavio Alfieri, dell’Università San Raffaele.

“Questo meeting si caratterizza per il fatto che non solo fa il punto sullo stato attuale delle conoscenze ma è una proiezione verso il futuro. Si tratta quindi  – secondo Alfieri – di avere anche delle prospettive del tutto nuove che sono in relazione all’introduzione, massiva nell’ultimo periodo, di nuove tecnologie. Cioè di dispositivi che permettono di affrontare il problema strutturale del cuore in modo minimamente invasivo, direi addirittura percutaneo, quindi senza fare nessuna incisione senza aprire il cuore, senza usare la circolazione extra corporea, senza arrestare il cuore”

A conclusione dei lavori della prima sessione è stato conferito il premio “Giovanni Falcione” giunto alla terza edizione. Gli organizzatori hanno ritenuto meritevole di questo importante riconoscimento la professoressa Silvia Priori, cardiologa molecolare prima donna nella classifica dei ricercatori nazionali in campo biomedico. Nel 2016 è stata scelta dall’Osservatorio nazionale sulla salute delle donne tra le “Top italian women scientists 2016” è l’11esimo ricercatore (e la prima donna) su 1447 nella classifica dei ricercatori italiani in campo biomedico che si basa sull’“h index”, l’indice che calcola il numero di citazioni per pubblicazione. Un premio che vuole dare esempi positivi di scienza al femminile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio
Maison Du Café Venafro
colacem
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

pasticceria Di Caprio
Maison Du Café Venafro
Futuro Molise
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: