STORIA – La Festa della Madonna dei Lattani, storica devozione degli ortolani di Venafro

faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud

VENAFRO – Nel passato recente era devozione diffusissima, assai praticata e praticamente irrinunciabile per l’intera categoria degli ortolani di Venafro.

Questi ai primi di agosto lasciavano per un giorno campi, terreni, orti e colture per dedicarsi in toto alla “loro” Madonna dei Lattani, raggiungendo in tanti ed a bordo delle storiche e tipicissime “trainelle”, i carretti trainati da muli o cavalli che erano poi i mezzi di trasporto e locomozione dei decenni trascorsi, il Santuario dei Lattani in cima al vulcano spento di Roccamonfina nel casertano altissimo dopo un percorso di 40 km all’incirca tra botte, buche e sbalzi sulle loro “trainelle” di lavoro e di trasporto.

Una devozione assai sentita e coltivata da generazioni e generazioni, senza soluzione di continuità e con fortissima intensità. Ci si radunava, dieci/venti famiglie e con cinque/dieci “trainelle” su cui veniva caricato di tutto per cenare poi a sera sotto il portico del Convento dei Lattani, ci si radunava al rione Ciaraffella -periferia ovest di Venafro- e una volta tutti presenti e pronti si partiva verso le Tre Torri, il valico collinare di un tempo che dal Molise occidentale portava in Campania e Lazio, e da lì si scendeva a San Pietro Infine prima di raggiungere Mignano Montelungo, Conca della Campania e finalmente Roccamonfina da dove inerpicarsi per il Santuario della “loro” Vergine dei Lattani, ad oltre 800 l/m.

Si viaggiava ore ed ore, con una/due/tre soste per far riposare gli animali, e finalmente nella tarda serata si era nel cortile del Santuario e subito tutti in chiesa per il primo omaggio alla Madonna. Seguiva la salutare bevuta alla fonte del Santuario, che in molti ritenevano e ritengono tuttora miracolosa.

Quindi si commissionava ai Frati -pagandola regolarmente-  la Santa Messa dell’indomani mattina e con le ombre della sera calate da un pezzo si cenava tutti assieme sotto i portici conventuali tra sorrisi e tantissimo divertimento, attingendo da quanto portato da Venafro e bevendo a sazietà, prima di distendersi a dormire sotto gli stessi portici.

L’indomani, ben presto, tutti svegli e rinforzati da robusta colazione, si andava in chiesa per la Santa Messa, cui si partecipava con tantissima devozione, non senza pregare la Vergine perché figli e nipoti crescessero forti e belli, oltre che bravi, mentre a loro avanti negli anni continuasse a dare la forza per lavorare. Al termine, si consegnava ai Frati del Convento tutto quanto non consumato a cena e colazione, dopodiché si riprendeva la strada del rientro, sempre a bordo delle poco comode “trainelle”.

Ma prima l’atto conclusivo e tipico di siffatta secolare devozione. Si lasciava il piazzale antistante il Santuario, e di riflesso la Chiesa della Madonna dei Lattani, arretrando e col viso rivolto alla Vergine, senza voltarle le spalle per non mancarle di rispetto e per ribadire per l’ennesima volta l’incrollabile fede come ortolani venafrani. A quel punto la visita e quindi la particolarissima festa era terminata!

Gli ortolani se ne tornavano tranquilli e soddisfatti a Venafro, con la consapevolezza di aver confermato la loro meravigliosa e plurisecolare fede alla Vergine dei Lattani che lasciavano con la certezza -Dio volendo- di tornare l’anno successivo dopo altri 365 giorni di lavoro e di attesa.

                                                                                                          Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: