CRONACA – Venafro brucia, Sorbo: “Ci hanno lasciati soli”

incendio venafro
Blackberries Venafro

VENAFRO – “Ci hanno lasciati soli. Da dodici giorni. I vigili del fuoco stanno facendo l’impossibile dimostrando la solita abnegazione, lo spirito di servizio, il coraggio. Oggi alcuni di loro hanno rischiato la vita tra le fiamme”.

Questo lo sfogo del sindaco Antonio Sorbo.

La montagna alle spalle di Venafro continua a bruciare senza sosta. Una immensa torcia che arde nella notte.

Un mezzo dei vigili del fuoco è andato completamente distrutto dal fuoco.

E le condizioni di lavoro sono ormai insostenibili. Al centralino del 115 anche i caschi rossi ammettono la loro impotenza.

“Ce la stiamo mettendo tutta, non sappiamo più come fare”, ci dicono e la commozione spezza la loro voce.

Ieri sera il sindaco è stato tra gli ulivi sopra Le Noci fino alle 23 con loro e con i volontari dell’Associazione Vigili del Fuoco in congedo di Elvio Santamaria.

“Ci siamo noi, un Comune che come tutti i Comuni, non ha mezzi e uomini, e loro. Basta. L’incendio sembrava essersi fermato. Stamattina alle 6 -racconta- è partita la richiesta per il supporto aereo. Anche grazie all’intervento del Prefetto si è riusciti ad inviare sull’incendio un canadair che stava in Sardegna che ha operato fino al sopraggiungere dell’oscurità. Nel frattempo qualche criminale ha appiccato il fuoco alle spalle di Ceppagna. Siamo circondati da due incendi. Ora stanno operando sei squadre, tre dei vigili del fuoco e tre di volontari. Una stalla con 30 mucche minacciata dalle fiamme è stata messa in sicurezza. Con il presidente del Parco Regionale dell’Olivo Emilio Pesino stiamo seguendo la situazione e vivendo questo dramma, questo incubo. Lui poco fa era ancora sul posto. Servirebbero degli elicotteri, ma il Molise è una delle sei regioni italiane che non ha elicotteri. E’ di fronte a disastri come questo, a questa solitudine al cospetto di una tale devastazione, all’omertà di chi forse sa qualcosa sui criminali che appiccano il fuoco ma non parla rendendosi complice di queste bestie, di fronte all’impotenza e alla rabbia che ti cresce dentro ed aumenta giorno dopo giorno, da dodici giorni mi chiedo se ha un senso che questa Regione -denuncia- continui ad esistere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!