VENAFRO – Tartarughe carbonizzate dalle fiamme, anche loro vittime dell’incendio

tartarughe carbonizzate
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

CRONACA – Non solo alberi, ulivi e piante. Vittime del grande incendio che ha interessato, nell’ultima settimana, la montagna alle spalle di Venafro, e soprattutto Monte Muria, sono anche gli animali, che abitano quotidianamente quelle zone.

I più fortunati sono riusciti a fuggire. Mentre diversi esemplari di testuggine di Hermann, notoriamente lenti nei propri spostamenti, sono stati ritrovati carbonizzati.

Sono centinaia le tartarughe che hanno scelto l’hinterland venafrano quale habitat naturale per vivere, nutrirsi e riprodursi. Uno scenario idilliaco per le loro abitudini, almeno fino a qualche giorno fa. Le fiamme hanno sorpreso anche loro, raggiungendole e non offrendo alcuno scampo.

Una è stata ritrovata da alcuni cittadini a bordo strada, in fuga da quell’inferno.

Immobile, inerme. La foto (presa dal web) ha fatto il giro tra i venafrani, indignando la popolazione. Sembrava fosse viva. Intatta.

In realtà, è solo una delle tante testimonianze di quell’offesa alla natura, di quello scempio verso la madre terra, distrutta per mano della pazzia umana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: