CRONACA – Rapina in banca a Venafro, indagini in corso

banca dell'adriatico venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
pasta La Molisana

VENAFRO – A pochi giorni di distanza dalla recente rapina in banca di Venafro, Intesa San Paolo Spa – Banca dell’Adriatico, messa a segno da un giovane a volto scoperto e un complice probabile coetaneo che lo attendeva all’esterno alla guida di uno scooter, col quale i due malviventi si allontanarono facendo perdere le loro tracce, arrivano le prime conferme.

Ed appunto sulle tracce dei due rapinatori stanno lavorando i Carabinieri della Compagnia di Venafro, che nella stessa giornata del colpo recuperarono lo scooter usato dai malviventi che lo abbandonarono poco lontano dalla banca per dileguarsi probabilmente a bordo di un’auto.

Al momento però non ci sono novità di rilievo da parte degli inquirenti e sul caso le bocche risultano praticamente cucite per non intralciare le indagini.

Anche le affermazioni, di seguito riportate, dei lavoratori dell’istituto di credito situato sul centralissimo Corso Campano sono stringatissime.

Possiamo solo dire che le indagini sono in corso -affermano i dipendenti dell’istituto- e non ci sono state comunicate novità di alcun tipo. Attendiamo fiduciosi il lavoro degli inquirenti.

E’ vero che il cassiere sarebbe stato colpito?

Si, ma ha riportato per fortuna solo leggere contusioni.

Il denaro portato via ammonta a quattromila euro?

Si, è quanto c’era in cassa in quel momento.

La rapina avvenne intorno alle h 16,30 di lunedì scorso. Il rapinatore era a volto scoperto?

Si, il malvivente era a volto scoperto, ma il suo riconoscimento non è cosa facile data la rapidità della rapina.

Quanto durò la rapina?

L’azione si protrasse per qualche minuto, dopodiché lo sconosciuto lasciò l’istituto una volta impossessatosi del denaro. Venimmo in seguito a sapere che si era allontanato a bordo di uno scooter condotto da un complice.

Vi rendeste conto che ci fosse in atto una rapina?

Si, ci accorgemmo tutti dall’interno dell’istituto di quanto stava accadendo, in quanto eravamo tutti nell’hall.

Più paura o più sorpresa per quanto avvenuto nel pomeriggio di lunedì scorso?

Entrambe le cose!

L’augurio dei venafrani è che a giorni si possa sapere qualcosa di più sugli autori della rapina, inchiodandoli alle loro responsabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: