REGIONALI – Ulivo 2.0, ad Isernia l’assemblea del nuovo schieramento di centrosinistra

Ulivo 2.0 isernia
Blackberries Venafro

ISERNIA – Una sala piena di gente quella di Palazzo San Francesco, dove oggi si è tenuto uno degli oltre 10 appuntamenti programmati dall’Ulivo 2.0, un incontro per ascoltare i cittadini e per definire quello che sarà il programma della coalizione di centrosinistra in vista delle prossime elezioni regionali.

Presenti all’assemblea, Roberto Ruta (minoranza Pd), Danilo Leva (MDP – articolo 1), Michele Durante (Possibile – Lab), Francesco Totaro (MDP – articolo 1), Nicola Macoretta (Comunisti Italiani), Vincenzo Notarangelo (Sinistra Italiana), Ivan Perriera (Italia dei Valori). Alla squadra, che già si era presentata nel mese di luglio al dopolavoro di Campobasso, si sono uniti anche l’orlandiano Massimiliano Scarabeo e, le già ben note agli isernini, Sara Ferri e Rita Formichelli.

“Dopo l’assemblea al dopolavoro che sembrava un po’ un azzardo –ha esordito Ruta– a distanza di due mesi l’Ulivo 2.0 è diventato un luogo di confronto, nato per unire e non per dividere il centrosinistra”. Questo infatti il primo punto, lo schieramento nato in contrapposizione al Pd di Frattura, si fa portabandiera di un nuovo centrosinistra, più unito e più solido, pronto a rispondere alle esigenze dei cittadini molisani.

8 i forum individuati che saranno il punto di partenza per stilare il programma della coalizione: programmazione (piano regionale di sviluppo) e fondi europei; sanità, politiche di prevenzione e sport; lavoro, politiche sociali e della casa, qualità della vita; attività produttive e turismo; ambiente, parchi, acqua, aria, energia e ciclo dei rifiuti; scuola università cultura, formazione continua, informazione e social; infrastrutture materiali ed immateriali; politiche di bilancio, patrimoniali e della fiscalità.

Prioritario ripartire dalla sanità, il Molise è la regione più indebitata d’Italia per quanto riguarda la spesa sanitaria. Fino ad ora i soldi hanno incentivato solo i privati, dicono gli esponenti di Ulivo 2.0, quando ciò che serve alla popolazione è una sanità pubblica che sia prima di tutto di qualità.

Si parla di sviluppo per il lavoro, con investimenti straordinari che inducano i giovani a restare in Molise, di sviluppo del turismo, di finanziamenti per scuola e università perché senza cultura non si va da nessuna parte. Un programma che promette anche sviluppo per la provincia di Isernia, messa in ginocchio in questi ultimi anni.

“Ci vuole un colpo di reni affinché questa regione non vada in declino –ha concluso Ruta– il futuro si decide insieme, con la partecipazione di ogni cittadino”.

Per ora ancora non si sa chi sarà il candidato governatore, è ancora tutto da definire fanno sapere dall’Ulivo 2.0, la priorità per il momento è definire un programma che sia prima di tutto civico e poi politico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!