SCUOLA – Spese di competenza, il Comune dice no. Cinque stelle protesta

campobasso comune municipio
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro

CAMPOBASSO – Un balletto di promesse fatte e non mantenute di denunce e di riferimenti in un coacervo di contraddizioni in cui è difficile capire e dove è altrettanto difficile intravedere i limiti delle responsabilità, dei doveri, dell’impegno delle dignità di alcuni spesso in un rimbalzo di competenza che non si sa mai a chi attribuire e dove non è difficile verificare l’intervento dell’Autorità scolastica su quella politica.

Autorità scolastica su più livelli che in questi casi dovrebbe interagire prima di irrompere quando alcuni doveri che sono di prima urgenza e da praticare senza troppe distinzioni e interpretazione di attribuzioni devono assolutamente essere attivati.

Ed ora ecco il problema che questa volta denunciano i Cinque stelle del Comune di Campobasso. Proviene da un’interrogazione che loro riferiscono essere stata bocciata dalla maggioranza.

Invitava l’Amministrazione di palazzo San Giorgio a prevedere finanziamenti per la fornitura del materiale spettante agli istituti scolastici di competenza. In Consiglio comunale, osserva la rappresentanza pentastellata, l’assessore di riferimento ha dichiarato che non risulta affatto che gli insegnanti debbano fare collette, che le dirigenze organizzino mercatini o che si valutino sponsorizzazioni per far fronte agli acquisti di materiale nelle scuole.

“In verità, questo gruppo consiliare tale questione la sollevò già nel 2016 con una mozione che poi fu ritirata perché il sindaco e l’assessore assicurarono che avrebbero fatto delle verifiche a riguardo. Invece, non solo non si è mosso nulla ma in data odierna ci sono state propinate esattamente le stesse parole. E’ stucchevole che non ci si renda conto e si arrivi a negare una prassi che oramai è diventata una regola. Ed è grave che si dica che, a monte di quanto avviene, c’è la valutazione tra assessore e dirigenti scolastici che, sulla base di indicazioni di priorità, hanno deciso ogni volta di soprassedere sul finanziamento di queste spese. Anche perché ciò confligge con quanto si dice ai cittadini quando, come fosse una questua, si cerca di racimolare gli spiccioli per l’acquisto di materiale per la scuola”.

Se non si fa così le risorse secondo Cinque stelle vengono sottratte ad altri Capitoli della scuola.

“Accade, infatti, che i Consigli d’Istituto si trovano costretti a sottrarre risorse da altri capitoli di bilancio, come ad esempio quello per la dotazione del materiale di pulizia, per far fronte alle spese di competenza comunale per il funzionamento delle segreterie. E allora ci si chiede: è vero o non è vero che da più di un decennio il Comune di Campobasso non stanzia per le scuole cittadine nemmeno un euro se non per l’acquisto di arredo e dei registri? Ci è stato riferito dall’assessore De Capoa che il problema non sussiste perché non sono mai pervenute richieste da parte dei dirigenti scolastici. Pertanto, sarà premura del MoVimento 5 Stelle di Campobasso sollecitare l’Ufficio scolastico regionale e tutti i dirigenti del capoluogo affinché producano istanze esaustive del materiale cui si necessita per il funzionamento delle segreterie, perché i cittadini non debbano continuare a lasciare “l’obolo” per vedersi riconoscere un servizio che già pagano con la fiscalità generale”.

Ci pare un problema serio e di grande dignità per la scuola, soprattutto che quest’ultima sia accompagnata per quelle competenze materiali e organizzative ma istituzionali, da un programma comunale di piccoli numeri che non scompone alcun Bilancio di palazzo ma che rappresentano un intervento di grande senso politico e civico soprattutto agli occhi e alla considerazione di quei cittadini e genitori che devono ricorrere alla raccolta di denaro per il buon funzionamento del plesso scolastico e quindi del corso di studi dei propri figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: