SCUOLA – Prevista mobilitazione di insegnanti ed Ata

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
DR F35 Promozione
pasta La Molisana
DR 5.0 Promozione
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
Maison Du Café Venafro

CAMPOBASSO – Rinnovo dei contratti, la scuola molisana si mobilita. E’ quanto è venuto fuori dall’ assemblea nazionale dei delegati della Flc Cgil e delle altre organizzazioni sindacali svoltasi presso il Centro Congressi Frentani a Roma dove sono stati elaborati la piattaforma comune e le iniziative unitarie di mobilitazione per il rinnovo del contratto nel settore scuola 2016-2018.

L’assemblea si è  aperta con gli interventi di docenti e ATA provenienti da scuole di tutta Italia. Per il Molise è intervenuto Gianluigi Giuliano, docente presso il liceo “Galanti” di Campobasso, che hariportato la profonda sofferenza che si vive in questi anni nei luoghi di lavoro.

I lavoratori della conoscenza – ha commentato Giuliani  –  attendono da un decennio risposte salariali e normative adeguate a fronte di interventi legislativi (dai tagli della Gelmini al seme dell’autoritarismo della 107) che hanno progressivamente ferito e stravolto i luoghi della conoscenza, spacciando per riforme e innovazioni le profonde “razionalizzazioni” volte principalmente al taglio delle risorse economiche e professionali attraverso ripetute invasioni di campo della legge a danno della contrattazione e della stessa autonomia delle istituzioni scolastiche. E’ necessario ricondurre alla contrattazione – ha concluso – tutte le risorse economiche che la 107 ha estromesso dalla logica contrattuale, affidandola a sistemi di gestione delle risorse centralistici e dirigistici che mortificano le professionalità e minano la democrazia nella scuola pubblica e, all’orizzonte, gli stessi principi riconosciuti dalla Costituzione”.

Le  richieste riguardano:

  • il recupero salariale che allinei definitivamente le nostre retribuzioni a quelle della media europea;
  • il recupero delle materie contrattuali sottratte dalle leggi Brunetta e dalla legge 107/15;
  • il riconoscimento della professionalità docente, ATA e degli educatori attraverso risorse aggiuntive oltre gli 85 euro stabiliti dall’accordo di Palazzo Vidoni;
  • la parità di trattamento per precari e personale a tempo indeterminato, secondo principi di equità ed inclusione.

L’assemblea ha assunto infine un ordine del giorno  con le linee guida per il rinnovo del contratto e la calendarizzazione delle prossime iniziative di mobilitazione.

Il percorso validato dall’assemblea prevede una campagna di assemblee unitarie nelle scuole, per la discussione e l’arricchimento della piattaforma, e la realizzazione di un evento nazionale, il prossimo 18 novembre, che coinvolgerà l’intero tessuto sociale, cioè una marcia “per la scuola di tutti e di ciascuno” con riferimento all’opera di Don Milani. Naturalmente,  non si escludono iniziative di mobilitazioni più forti e determinate in assenza di risposte come richieste, a partire dalla discussione della prossima finanziaria con la quale il governo deve garantire la copertura economica per tutti gli impegni presi con l’intesa del 30 novembre 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: