CRONACA – Scoperto dalla Mobile giro di droga “Avamposto”, due arresti

squadra-mobile
Assicurazioni Fabrizio Siravo

CAMPOBASSO – Un grosso giro di droga quello orchestrato da un uomo della provincia di Foggia già noto alle forze dell’ordine e un 40enne del luogo insospettabile.

Tutti e due in carcere per un mercato di sostanze stupefacenti scovato dalla Squadra Mobile e Volante del capoluogo regionale che oggi hanno illustrato i contorni dell’operazione denominata “Avamposto” nel corso di una conferenza stampa.

Sequestrati circa 300 grammi di cocaina, oltre ad armi da fuoco e un registro dove erano scritti e appuntati le entrate e le uscite del movimento di droga, destinata alla Campobasso bene, organizzato attraverso apparecchi di comunicazione di vecchia generazione come i WalkieTalkie che non consentono di essere intercettati.

Il tutto ruotava intorno, per il momento, da quanto hanno appurato gli inquirenti, ad  un 40enne del capoluogo regionale ex metronotte in possesso di regolare porto d’armi, ma non per alcuni proiettili, rinvenuti nell’ispezione, valido però per la sua abitazione di Termoli con un tenore di vita abbastanza alto sebbene disoccupato.

A lui sono stati sottratti e sequestrati pistole e fucili nell’abitazione in una contrada di Oratino, ubicata vicina a quella dell’altro pugliese finito in carcere, un foggiano di 50 anni, sistemato in una villetta fittata da un proprietario di cui viene ricercata l’identità dalla Polizia.

Polizia che quando si è presentata nella villetta del foggiano, ricercato per una pena da scontare ai domiciliari a Foggia per truffa e quindi aveva fatto perdere le tracce, si è trovata di fronte a una vera e propria centrale del confezionamento una scena, come ha illustrato  il dirigente della Mobile Raffaele Iasi,  che ricorda la massaia che prepara la pasta fatta in casa con vaschette però contenenti droga, con recipiente del sottovuoto e tanti attrezzi per riempire e pesare.

Il dirigente della Mobile, ha sottolineato, inoltre, come il pregiudicato,  una volta scoperto abbia buttato una quantità della droga versandola nel water del bagno facendola così sparire con l’acqua dello sciacquone. Circa 200 grammi, invece, sono stati recuperati dalla fossa biologica mentre si crede che la quantità di sostanze stupefacenti nascoste in casa potessero essere circa un chilogrammo.

Trovati insieme a 300 grammi di cocaina anche 35 mila euro in contanti nascosti nella stufa divisi in mazzette e quindi un catalogo di dare e avere. All’ ex agente di custodia che usciva dall’abitazione del foggiano la Mobile ha trovato addosso 70 grammi di cocaina in dosi da 5 grammi e altre sostanze stupefacenti.

Un’indagine, quindi, ancora in corso che potrebbe avere ulteriori sviluppi dove probabilmente  si incrociano  e si trovano pure piccoli spacciatori e come riferito dalla Polizia con piazze di smercio altrove e non nelle campagne di Oratino dove probabilmente avrebbero subito dato nell’occhio.

Si cercano ovviamente anche i fornitori ella droga per un’operazione molto vasta e un giro di soldi molto cospicuo che tentava di mettere le radici nel capoluogo regionale che, come ha riferito il dott. Iasi, certamente è stata smantellata anche per il contributo di un cittadino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

messaggi politici elettorali »

Laura Venittelli

Pubblicità »

Verauto Ford Fiesta
Blackberries Venafro

WEEK NEWS »

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Verauto Ford Fiesta
Blackberries Venafro
error: Content is protected !!