CENTRO STORICO – Rilancio del cuore antico di Isernia, le proposte di commercianti e artigiani

Centro storico isernia
5x1000 Neuromed
franchitti interiors
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Black&berries Venafro

ISERNIA – Incontro a Palazzo San Francesco tra gli amministratori comunali e l’associazione commercianti e artigiani per discutere del rilancio del centro storico del capoluogo pentro.

“Gli operatori economici e i residenti nella parte antica della città – hanno detto i rappresentanti dei commercianti Celeste Caranci, Marco Mancini e Mimmo Fantini – si sono riuniti più volte per discutere le diverse problematiche connesse all’attuale situazione del centro storico. È emersa una generale sofferenza, con una lenta ma costante decadenza delle attività, frutto, oltre che di fattori di ordine generale, anche di scelte che hanno fortemente penalizzato l’intera zona antica che va da piazza Carducci fino al vecchio ospedale, ormai relegata ad una umiliante desolazione”.

Tante le proposte fatte dai commercianti che vorrebbero ridare vita al cuore antico di Isernia, a cominciare dalla collocazione nel centro storico degli uffici del Giudice di Pace, la ristrutturazione di Palazzo Jadopi e lo spostamento in via Mazzini della sede universitaria di infermieristica, l’istituzione di un distaccamento della Polizia Municipale, l’individuazione di un Punto di Informazione Turistica e l’apertura dell’area monumentale di Santa Maria delle Monache.

Interessanti proposte anche per quanto riguarda i problemi legati alla viabilità e ai mercati, i commercianti vorrebbero infatti che i mercati settimanali fossero potenziati per richiamare più gente. Inoltre, è stato richiesto il ripristino del mercato mensile con iniziative di contorno come incontri enogastronomici, spettacoli e mostre d’arte.

Seduti al tavolo insieme al sindaco Giacomo d’Apollonio, il presidente della seconda commissione consiliare Giovanni Fantozzi, l’assessore Sonia De Toma, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Lombardozzi e il consigliere Salvatore Azzolini.

Tutti hanno accolto le richieste dell’associazione e, per iniziare subito a discutere dell’eventualità di spostare il polo infermieristico in via Mazzini, si è pensato di convocare una conferenza di servizio con Unimol e Asrem. Infine, è stato anche suggerito di discutere l’attuale situazione del centro storico nel corso di un apposito Consiglio Comunale monotematico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »