REGIONALI – Elezioni, Fanelli (Pd): no alla Presidenza si a consigliera regionale

vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Cominciamo dalla fake news. Micaela Fanelli candidata presidente della Giunta regionale? Il sindaco di Riccia, segretaria regionale del partito democratico smentisce.

Intanto c’è il suo annuncio di rilancio in una competizione elettorale. Se il suo partito lo riterrà opportuno si candiderà da consigliera regionale nelle liste a sostegno dell’attuale Governatore Frattura. Questa sua posizione, riportata nell’intervista che segue.

“E’ una falsa notizia. Lavoriamo di intesa tutti insieme, abbiamo una solida coalizione. Io ho sempre lavorato per altri obiettivi continuerò a farlo. L’approccio deve essere sempre quello al servizio del partito pensando ad una candidatura di qualsiasi tipo anche da consigliere regionale. Non ho un problema di essere candidata per forza ai vertici della regione o al Parlamento nazionale, ho lavorato già da 5 anni fà per avere una candidatura nazionale, non è quello l’unico  l’obiettivo anche se mi farebbe piacere,  posso gareggiare da consigliere regionale non ho difficoltà per essere al servizio del partito pensando in sostanza a una candidatura di qualsiasi tipo”

Smentisce su sue mire a presidente della Giunta accenna invece al programma di coalizione e spedisce una stoccata a quanti ora non stanno con il Pd, soprattutto l’Ulivo 2.0

“La presidenza della Regione non è minimamente il mio obiettivo, nè in passato, nè ora, piuttosto lavoriamo per una coalizione che abbia dentro dei contenuti. Faremo un programma di 5 6 idee forza per il programma del centrosinistra, partiamo dalla  povertà e lo faremo di nuovo nel Volturno, dalla legalità, con Renzi a Venafro c ‘era Gennaro Migliore, dai beni comuni e ci confronteremo con Angelo Rughetti per  un programma ricco di contenuti poi la formazione e l’ ambiente e messaggi che sono nel cuore del centrosinistra. Su questo voglio capire come si può spaccare il partito perché se io parlo di beni comuni di legalità di lavoro di imprese che ripartono di giovani e di povertà mi devono dire dove abbiamo dei punti di divergenza e di differenza con i compagni che magari guardano altrove, allora è un problema di nomi, nominalismi o di persone, noi questo lo rifiutiamo. Lancio, perciò, un programma di proposte per capire su quello che sta con noi”

Un programma itinerante con un calendario definito quello del Pd sugli interventi da mettere in campo

“Un lavoro tra la gente per consolidare l’impegno del Partito Democratico, nel mentre si concluderà l’attività di verifica dell’operato della Giunta Regionale nel corso delle ultime due conferenze programmatiche, dopo la prima svolta la settimana scorsa a Pozzilli. Siamo l’unico partito a farlo – ha concluso Micaela Fanelli – gli unici sul territorio, tra le persone, forti delle nostre capacità di ascolto e di proposta in vista delle elezioni nazionali e regionali. E, al contrario dei nostri avversari dediti più all’insulto e all’offesa, noi del Pd abbiamo non solo un’idea di futuro, ma la voglia, la capacità, la passione per immaginare una Regione più forte, più giusta, più competitiva”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: