TERRITORIO – Ambiente e coesione territoriali per il rilancio delle aree interne

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
ristorante il monsignore venafro

CASTEL DEL GIUDICE – Convegno per tracciare le linee per fare delle risorse naturali la fonte di rinascita delle zone interne del Molise.

L’incontro si è tenuto il 24 ottobre a Castel del Giudice, presente anche Enrico Borghi, delegato delle aree interne per la Presidenza del Consiglio dei Ministri che si è confrontato con i rappresentanti delle istituzioni locali, dell’Università del Molise e del Centro di ricerca ARIA (Aree Interne Appennini).

Convegno dal titolo “Strategia nazionale delle aree interne e servizi ecosistemici” per discutere sul valore dei benefici dell’ambiente naturale come fonte di sviluppo economico e sugli strumenti legislativi a disposizione per il rilancio delle zone spopolate dell’entroterra italiano. Tra questi, la SNAI – Strategia Nazionale Aree Interne, i Pagamenti per i Servizi Ecosistemici e Ambientali (PSEA), la legge sui Piccoli Comuni, la legge sulla Green Economy e la normativa sulla Green Community.

Grande esempio di come si possa dare efficacia alle risorse già esistenti sul territorio è proprio Castel del Giudice.

“Le nostre mele – ha spiegato il sindaco Lino Gentile, in riferimento al meleto biologico del paese – finiscono nella più grande azienda di succhi di frutta di Monaco di Baviera. Questo perché a Monaco sono rimasti colpiti dalla purezza dell’acqua che arriva da Capracotta. L’acqua, così come altre risorse naturali, sono un valore aggiunto per il nostro territorio. Bisogna trovare la capacità innovativa per renderle fonte di sviluppo”.

Ad entrare nel merito, Davide Marino, docente di Contabilità ambientale e servizi ecosistemici del Centro di ricerca ARIA, il quale ha evidenziato come gran parte dei servizi ecosistemici siano concentrati proprio nelle aree interne, “ma c’è la necessità di costruire comunità resilienti tra coloro che esercitano il governo del territorio”, perché se da un lato c’è una grande offerta, deve esserci la capacità di trasformarla in nuovi consumi, a partire dalla consapevolezza delle comunità. Di qui il concetto di green community, fare della popolazione del territorio la protagonista del suo sviluppo sostenibile.

Alcuni modelli per rendere efficace l’incontro tra domanda ed offerta sono stati già sviluppati ed inclusi sulla recente normativa sulla Green Community. L’Unimol ha attivato, a proposito, il master “Governance dei servizi ecosistemici e dei Pes per lo sviluppo economico delle aree interne”, il primo in Italia di questo genere.

Marco Marchetti, presidente del Centro ARIA, ha fatto il punto sullo stato della ricerca sulle aree interne. “Le proiezioni ci dicono che in Italia le superfici forestali stanno superando le aree agricole – ha detto Marchetti -. Abbiamo tre paesaggi uniformati che metteranno a rischio la biodiversità”. Tra le azioni da intraprendere, dunque, la valorizzazione della biodiversità come volano di turismo naturalistico, la valutazione dell’impatto delle politiche di sviluppo rurale sullo sviluppo delle aree interne, promuovere azioni dal basso per le generazioni future.

Luca Lo Bianco della Fondazione Montagne Italia ha coordinato una tavola rotonda a cui hanno partecipato Giovanni Carrosio (esperto di SNAI), Antonio Nicoletti di Legambiente e Pompilio Sciulli, presidente Anci. Dal confronto è emersa la necessità di valorizzare l’ambiente per frenare lo spopolamento, mettendolo al centro di politiche turistiche, di contrasto del dissesto idrogeologico, di promozione dei prodotti locali.

A Rossano Pazzagli, direttore Centro ARIA, il compito di coordinare un’altra tavola rotonda tra i sindaci referenti dei 4 progetti molisani relativi alla Strategia Nazionale delle Aree Interne: il sindaco di Spinete Andrea Romano per il progetto pilota del Matese, Salvatore D’Amico, primo cittadino di Jelsi, per il Fortore, Linda Marcovecchio, vicesindaco di Agnone per l’area Alto e Medio Sannio, Marisa Margiotta, sindaco di Castel San Vincenzo per l’area Mainarde. Dal confronto è venuta fuori l’esigenza di uscire dalla logica dell’assistenzialismo, snellire la burocrazia, puntare al risanamento dei centri storici per rimettere in moto l’economia, abbattere i campanilismi per creare forme di solidarietà tra i comuni, detassare i piccoli territori.

Le conclusioni sono state affidate a Enrico Borghi, che ha illustrato in sintesi le politiche del governo sullo sviluppo delle zone interne d’Italia. Politiche che premiano le comunità che sanno rendersi protagoniste del processo di cambiamento, che sanno fare innovazione e cooperare. Borghi ha evidenziato l’importanza di formare la classe dirigente, ha ribadito i vantaggi della legge sui Piccoli Comuni e del decreto del Sud che genera risposte a sostegno dell’imprenditoria, oltre alla normativa sulla Green Community.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Futuro Molise
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio
colacem
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio
Maison Du Café Venafro
Futuro Molise
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: