ANCE – L’edilizia molisana ferma al palo

umberto uliano ance
Maison Du Café Venafro
DR F35 Promozione
DR 5.0 Promozione
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
ristorante il monsignore venafro

EDILIZIA – Pagare le imprese deve essere la priorità per far ripartire il settore.

Umberto Uliano, Presidente dell’Ance Molise, l’Associazione dei costruttori edili più rappresentativa sul territorio regionale, sottolinea, per l’ennesima volta, il momento di grave crisi in cui si trova l’edilizia molisana. Una crisi senza fine, che testimonia il crollo del settore, un tempo trainante per l’economia della regione. Secondo Uliano, il settore edilizio può decollare solo se verrà data priorità ai pagamenti puntuali che necessitano le imprese.

“Quando sento da alcuni organi di informazione –aggiunge Uliano- che le associazioni di categoria sono state silenti di fronte all’accaduto, mi chiedo se qualcuno vuole sollecitare la nostra reazione, oppure se si è distratto. In entrambi i casi si sbaglia: sia perché non ci siamo mai fatti condizionare da nessuno, sia perché non abbiamo bisogno di reagire, essendo stati, a differenza di altri, sempre molto attenti e vigili. Se qualcuno se ne è dimenticato, gli ricordo che sin dal 2013, come all’epoca dei fatti diffusamente rimarcato su tutte le testate regionali, abbiamo consegnato alla Regione un documento che conteneva alcuni punti per noi assolutamente prioritari; tra questi, vi erano l’esigenza di garantire tempi certi per espletare le procedure d’appalto e tempi rapidi per pagare le imprese”.

“Da ultimo -continua Uliano- a Luglio 2017, con specifico riferimento ai lavori della ricostruzione post sisma, abbiamo affermato che la ripresa dell’edilizia è legata alla puntualità ed alla regolarità dei pagamenti alle imprese, e ritenevamo non accettabile il ritardo che all’epoca si attestava sugli undici mesi. Altri lodano l’operato dell’Amministrazione, mentre per noi la situazione continua ad essere molto preoccupante, anzi si è addirittura aggravata: ad oggi, i pagamenti alle aziende sono fermi a settembre 2016 e i crediti ammontano a circa 50 milioni di euro. E’ chiaro che gli imprenditori non possono anticipare soldi di tasca propria perché non hanno più le risorse per farlo”.

Infine Uliano conclude con un monito: “Ribadiamo alla politica, la nostra disponibilità per cercare di uscire tutti insieme da questa situazione di gravissima difficoltà, prendendo atto, finalmente, dell’importanza del settore edile per il PIL molisano. Sappiamo tutti, e tutti –in primis la Regione– ci dicono che se si fermano le costruzioni si ferma tutta l’economia regionale. Il tempo delle attese è finito, occorre passare immediatamente dalle parole ai fatti. Diversamente, occorrerà prendere atto che si vuole la fine del settore e ci si dovrà assumere la responsabilità di averlo fatto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
colacem
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: