PRESEPE VIVENTE – Anche il Molise parteciperà al Presepe della solidarietà di Rivisondoli

Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro

EVENTO – Come ogni anno anche il Molise parteciperà al famoso presepe vivente di Rivisondoli.

Il Molise, anche quest’anno, sarà partner del presepe vivente più antico d’Italia, che si svolgerà all’insegna della solidarietà con le popolazioni dell’Umbria, colpite dal terremoto e nel segno di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia. La 67^ edizione del Presepe vivente di Rivisondoli, prevista per il prossimo 5 gennaio 2018 ,come da tradizione, in occasione della festa dell’Immacolata, è stata presentata nella chiesa di San Nicola di Bari, a Rivisondoli. Proprio per il legame di solidarietà instaurato con l’Umbria, la Madonnina sarà Giulia Marconi, 18 anni, di Todi e studentessa del quinto anno del Liceo linguistico a Todi. San Giuseppe sarà invece Giacomo Sciamanna, 20 anni, di Assisi e studente nella Facoltà di Teologia ad Assisi.

Il Bambino Gesù sarà Simone Buono, ultimo nato in paese, come vuole la regola tradizionale, dato alla luce lo scorso 17 novembre, mentre l’anziana pastora sarà molisana. Gli altri personaggi presentati questa mattina sono Michela Sipari, diciottenne di Pescocostanzo, studentessa del Liceo linguistico a Sulmona che sarà la Madonna dell’Annunciazione e Giada Biscari, diciottenne di Todi, anche lei studentessa del Liceo linguistico della sua città, che indosserà le vesti dell’Arcangelo Gabriele.

“Il presepe è sempre un segno di pace, di fratellanza e di speranza- ha dichiarato Don Daniel nell’omelia pronunciata in un’affollata chiesa-, quest’anno abbiamo pensato di dedicare il presepe ai nostri fratelli e sorelle che hanno vissuto il dramma del terremoto in Umbria. Questa vuol essere una testimonianza di vicinanza fraterna a queste popolazioni e nello stesso tempo un segno di speranza cristiana, pensando che il presepe vivente nacque proprio nell’immediato dopoguerra, perché fosse il segno della rinascita di questa comunità e dell’intero Alto Sangro, duramente provato dalla guerra”.

Una manifestazione che lega sia gli amici dell’Umbria, di San Polo Matese e del Molise intero che, con la loro associazione di zampognari e di altre entità, sapientemente coordinate da Maurizio Varriano ,fanno sempre da splendida cornice all’evento del presepe. Meta di numerosi turisti e orgoglio dell’intero Abruzzo e dell’Italia tutta, il Presepe di Rivisondoli ha dato la possibilità di mettere in luce le eccellenze molisane. Gli zampognari molisani, guidati da Angelo Di Petta, saranno presenti al presepe vivente con la Corale folclorica “La figlia di Iorio”, l’associazione “Terzo Millennio”, il gruppo “La Teglia”, ed altri gruppi molisani guidati dalla FITP che vede in prima linea il presidente Michele Castrilli e di cui si farà menzione appena confermati.

Quindi appuntamento al prossimo 5 gennaio, quando sulla piana di Piè Lucente, verrà rinnovata la suggestiva tradizionale rievocazione della Natività, con un Molise sempre più attivo e  partecipe ai grandi eventi culturali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: