VENAFRO – Traffico illecito di rifiuti e inquinamento ambientale. Il Prefetto Guida fa il punto della situazione

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita

AMBIENTE – Si attendono gli esiti delle indagini della Procura di Isernia circa la situazione ambientale della piana di Venafro, intanto il Prefetto Fernando Guida fa il punto sulla questione.

Le ipotesi di reato su cui la Procura di Isernia sta indagando sono due: traffico illecito di rifiuti e inquinamento ambientale. La prima indagine si riferisce al sequestro di due camion che dall’area industriale di Pozzilli si dirigevano ad un cementificio, trasportando ceneri sospette. Inoltre, sempre in quell’area sono stati individuati camion, appartenenti a ditte collegate con la criminalità organizzata, che trasportavano rifiuti.

“Sono stati fatti dei primi accertamenti da parte dell’Arpa Molise – ha spiegato il Prefetto – siccome le Forze di Polizia non erano del tutto convinte degli esiti di questi accertamenti è stato fatto un incidente probatorio. Gli ulteriori accertamenti sono stati assegnati a un laboratorio esterno, tra non molto quindi avremo gli esiti delle analisi”.

“L’ipotesi è quella di traffico illecito di rifiuti – continua – si pensa che ci sia stato un impiego delle polveri che provenivano dall’inceneritore di Pozzilli per la fabbricazione di cemento utilizzando in parte queste polveri sottili. In più, nei controlli che sono stati fatti nel corso del 2016 e del 2017, sono stati individuati anche dei camion che trasportavano rifiuti e che appartenevano a ditte collegate alla criminalità organizzata. Quindi è un’ipotesi piuttosto preoccupante di vero e proprio traffico illecito di rifiuti che potrebbe far capo alla criminalità organizzata”.

Il secondo filone di indagini, invece, è stato avviato contro ignoti per inquinamento ambientale dopo l’esposto-denuncia del sindaco di Venafro, Antonio Sorbo.

“Anche in questo caso si procederà a nominare un laboratorio esterno alla regione Molise – ha detto Guida – che dovrebbe procedere a una verifica sia sull’inquinamento dell’aria, sia per quanto riguarda l’accumulo di elementi inquinanti al suolo, proprio per evitare casi come quello del 2010 della presenza di diossina nel latte degli animali”.

Inoltre, dopo la replica della Regione Molise a seguito dell’incontro tenutosi presso il Tribunale di Isernia, il Prefetto chiarisce la sua posizione in merito al rifiuto dell’incarico di coordinatore delle iniziative di controllo dell’inquinamento sulla piana di Venafro.

“Nel mese di maggio – si legge nella nota stampa – si è tenuto un incontro sull’argomento presso il Tribunale di Isernia, al quale, oltre al Prefetto di Isernia, al Presidente del Tribunale e al Procuratore della Repubblica, sono intervenuti il Presidente del Consiglio regionale del Molise e l’Assessore regionale all’Ambiente. n quella circostanza, il Presidente del Tribunale ha espressamente richiesto al Prefetto la disponibilità ad essere delegato dalla Regione al fine di coordinare le iniziative in materia di controllo sull’inquinamento della piana di Venafro. Ma nella seduta del Consiglio regionale del 6 giugno è stato approvato un ordine del giorno con cui è stato proposto il conferimento al Prefetto di Isernia, oltre delle suddette funzioni di controllo, anche dei poteri di amministrazione attiva”.

Poiché i due poteri non sono cumulabili, come ribadito anche dalla Corte Costituzionale, la Prefettura ha informato immediatamente gli organi regionali circa l’illegittimità dell’incarico. Pertanto non vi è stato alcun rifiuto da parte del Prefetto “in quanto – concludono – l’incarico non è stato neppure conferito dalla Giunta perché, se ciò fosse avvenuto, si sarebbe trattato di un conferimento illegittimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: