ISERNIA – Presentato il calendario 2018 della Polizia di Stato

pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud

POLIZIA DI STATO – È stato presentato questa mattina, presso la Questura di Isernia, l’edizione 2018 del calendario della Polizia di Stato.

Gli scatti, effettuati dai giovani fotografi professionisti dell’Agenzia Fotografica “Contrasto”, hanno messo in luce il duro lavoro che ogni giorno gli uomini e le donne della Polizia di Stato portano a termine per garantire il pacifico vivere quotidiano.

Anche quest’anno il calendario è stato realizzato grazie alla collaborazione dell’Unicef con al centro il tema dell’infanzia: l’infanzia violata, l’infanzia malata, l’infanzia sfortunata. Il ricavato della vendita sarà destinato al Comitato italiano per l’Unicef Onlus per sostenere il progetto “Italia – Emergenza bambini migranti” per i minori non accompagnati.

Dal 25 ottobre 2017 sono 14mila 579 i minori stranieri non accompagnati sbarcati sulle coste italiane. L’Unicef sta lavorando assiduamente nel nostro Paese per garantire a tutti i bambini migranti e rifugiati protezione, inclusione sociale e servizi equi. Dal 2001 ad oggi sono stati raccolti più di 2milioni di euro che hanno permesso di completare diversi progetti in Cambogia, Congo, Benin, Guinea, Repubblica Centro Africana. Solo nel 2017 più di 151mila euro sono stati destinati al progetto “Youth and Innovation” per sostenere il Libano. Inoltre, l’Unicef donerà 8mila euro del ricavato al Fondo Assistenza Polizia di Stato per offrire assistenza agli orfani del personale di Polizia e al personale colpito da gravi malattie.

Come sottolineato dal Capo della Polizia Franco Gabrielli e dal magistrato Giancarlo De Cataldo, al centro del nuovo calendario c’è la vicinanza. “Solo se si comprendono le ragioni delle persone alle quali ci accostiamo possiamo fare bene la nostra professione” scrive Gabrielli.

“La peculiarità del calendario di quest’anno – ha detto il Questore di Isernia, Ruggiero Borzacchiello – è il senso di vicinanza, che è stato sottolineato sia dal Capo della Polizia Prefetto Gabrielli sia da parte del Magistrato e scrittore De Cataldo, cioè quella vicinanza che ci deve portare a capire i problemi della gente, ad essere vicini alle persone proprio per cercare di dare sempre una maggiore sicurezza alla collettività che ci chiede intervento, che ci chiede la possibilità di una civile convivenza, che ci porta sempre a mantenere alta la guardia e a non trascurare nessun particolare”.

“Da molti anni – ha concluso – il Dipartimento evidenzia il concetto di sicurezza partecipata, ognuno per la propria parte deve appunto partecipare a rendere più vivibile la società e la collettività. Non è solo un problema di polizia, se un quartiere è degradato, manca l’illuminazione, è sporco, aumenta il senso di insicurezza che fa da contraltare alla diminuzione di reati. Ecco perché è necessario che ognuno faccia la propria parte, tutti gli enti devono interagire con il cittadino in maniera tale da rendere più sicuri i quartieri e rendere più sicura la vita nel capoluogo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: