SCUOLA – Conferenza stampa di fine anno all’USR, sicurezza e calo demografico al centro del dibattito

Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – La conferenza stampa di fine anno nella Direzione dell’Ufficio Scolastico Regionale, significativo il discorso del Direttore Anna Paola Sabatini.

Si è tenuta, oggi 18 Dicembre, alle ore 10.30, una conferenza stampa di fine anno con la stampa locale, nella Direzione dell’Ufficio Scolastico Regionale a Campobasso. Gli argomenti di discussione sono stati la sicurezza degli edifici scolastici e il calo demografico ai quali si cerca di porre un argine e di risolvere attraverso l’adeguamento e l’innovazione della didattica, insieme alla crescita di attività nel digitale.  Durante l’incontro è intervenuta Anna Paola Sabatini, Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, la quale ha riportato le problematiche scolastiche da fronteggiare e gli impegni dell’USR.

“La nostra è una scuola che cresce- ha dichiarato Anna Paola Sabatini- che si impegna ad essere sempre meno autoreferenziale e che nonostante tante criticità può dirsi in piena salute e ha l’obiettivo di volersi identificare come soggetto aggregante e allo stesso tempo propulsore per tutta la comunità. Sopra ogni cosa il nostro impegno è di ESSERCI a tutto tondo per fare in modo da riportare i nostri ragazzi al centro a partire dalle nostre tante buone pratiche che siamo certi possano diventare paradigmi anche per regioni più grandi. Una inconfutabile certezza è che i nostri giovani hanno bisogno prima di tutto di essere baricentrici nell’interesse e nelle progettualità delle attività decisionali di noi adulti”

“Nelle nostre scuole- ha continuato il Direttore dell’USR- ci sono per quest’anno scolastico 39.070 alunni (913 in meno dell’anno scorso) di cui 1.070 diversamente abili e quello del decremento demografico è di sicuro un problema con cui fare i conti. Noi cerchiamo di dare delle risposte attraverso calcoli mirati degli organici che siano in grado di garantire il numero massimo di punti di erogazione – soprattutto per le fasce di età più basse – nei piccoli centri interni ma anche cercando di offrire un servizio che faccia sentire le famiglie il più possibile accompagnate. Avremmo bisogno di edifici più adeguati, più innovativi e più connessi; di un moderno e più efficace piano di dimensionamento. Cerchiamo di compensare con una buona iniezione di innovazione nella didattica e con molte attività nel digitale. Solo da ultimo abbiamo dato un contributo alle Linee guida nazionali del Cantiere digitale di ForumPA a cui siamo stati chiamati e proprio l’USR in quanto soggetto è capofila di due consorzi (13 scuole ognuno) per la formazione europea degli animatori digitali. Il progetto presentato quest’anno è tra i pochissimi a che è stato premiato dall’agenzia di valutazione INDIRE con il punteggio massimo”

“L’USR è poi al centro- ha spiegato alla stampa locale Anna Paola Sabatini- di una significativa rete di relazioni esterne, accordi e protocolli di intesa con soggetti e istituzioni non solo del territorio ma anche fuori dai confini regionali. Direi proprio che possiamo definirci un bell’esempio di comunità cooperante. Proprio in questo momento abbiamo alla firma un Accordo molto interessante da sottoscrivere con le Forze Armate e dell’Ordine della regione per lo sviluppo della coscienza civile dei nostri ragazzi attraverso la diffusione nelle scuole delle storie di personaggi molisani che con le loro azioni hanno conquistato la medaglia d’oro al valore. Siamo stati e saremo luogo di manifestazioni nazionali che sono motivo di grande visibilità e penso alle finali di Badminton, ai campionati di pasticceria e alle olimpiadi di informatica che arriveranno all’inizio del prossimo anno scolastico. Investiamo molto nello stimolare e sostenere le nostre scuole nella partecipazione e bandi nazionali che portino risorse sul territorio e i riscontri sono ottimi.

“Potremmo dirci -ha concluso la Sabatini- realmente soddisfatti solo quando avremo la certezza di aver dato concretamente una prospettiva, colmando le disuguaglianze di partenza che purtroppo ci sono. Solo la scuola può riuscire in questo compito. I nostri interlocutori, il cuore di ogni nostro sforzo sono tutti i giovani che sono il presente della nostra comunità e il futuro del Paese. La strada è ancora bella impervia, ma continuiamo a lavorare con grande entusiasmo e soprattutto con uno straordinario sentimento di responsabilità”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: