ISERNIA – Decoro urbano, illuminazione e viabilità. I lavori del 2018

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita

CITTÀ – Nuovi progetti del Comune di Isernia per migliorare il decoro urbano, la pubblica illuminazione e la viabilità cittadina. Ad illustrarli l’assessore Domenico Chiacchiari e l’ingegnere Giorgio Marone, dirigente dell’area tecnica.

“Col nuovo anno, saranno avviati alcuni interventi per il decoro urbano – ha esordito l’assessore Chiacchiari – Si inizierà da corso Garibaldi, dove saranno sistemate panchine e fioriere; e nuovi alberi saranno impiantati lungo le arterie stradali. Poi si interverrà in piazza Celestino V, in prossimità della Fontana Fraterna, che sarà recintata per impedire l’accesso ai cani. Per quanto riguarda, invece, la viabilità, si interverrà durante il periodo di chiusura delle scuole, su via Umbria e su via Veneziale, per sistemare i danni provocati ai marciapiedi dalle radici degli alberi. Saranno risolti anche disagi urgenti causati da buche o intense precipitazioni piovose. In alcuni tratti nelle borgate saranno installate anche delle barriere di sicurezza”.

“Il Comune – ha aggiunto Chiacchiari – ha ricevuto l’autorizzazione per illuminare a led corso Garibaldi. Inoltre, alcuni punti luce saranno installati dalla rotonda del Mammut fino al Museo del Paleolitico e verrà sistemata anche la zona dell’hotel Europa, con un nuovo impianto di illuminazione pubblica che interesserà sia la strada che i parcheggi. Viepiù, miglioreremo e installeremo nuova segnaletica orizzontale e verticale in più zone della città, ad iniziare dal quartiere di San Lazzaro”.

“Si stanno predisponendo anche gli ultimi aspetti del piano neve – ha affermato l’ingegnere Marone – e da qualche giorno, nelle borgate, è stato già attivato il primo servizio di intervento per lo spargimento del sale, utile ad evitare il formarsi di strati ghiacciati pericolosi”.

L’ingegnere ha anche espresso alcune considerazioni riguardo la situazione economica di Palazzo San Francesco, sottolineando i risultati positivi raggiunti finora nonostante le difficoltà.

“Sicuramente – ha evidenziato Marone – è una situazione non facile per il Comune di Isernia. Però la costante azione del sindaco e della sua giunta è riuscita a far ottenere all’Ente delle ingenti risorse finanziarie dallo Stato. Vedasi la firma di lunedì scorso della convenzione per il Bando periferie, che ammonta a oltre 10 milioni di euro. Inoltre il Miur ha in fase di emissione un decreto ministeriale per il ‘finanziamento scuole’ per il quale il Molise, nel triennio 2018-2020, riceverà circa 17 milioni di euro. Su questi fondi triennali il Comune di Isernia ha ben due scuole collocate nei primi cinque posti della graduatoria: la prima è la San Giovanni Bosco di corso Garibaldi; la seconda la San Pietro Celestino nel centro storico. Tutto ciò per altri 10 milioni di euro circa”.

“Un importante obiettivo – ha concluso il dirigente – il sindaco d’Apollonio lo ha raggiunto anche trovando un’intesa per il lodo Spinosa. L’amministrazione è riuscita a chiudere un accordo che, sostanzialmente, non graverà immediatamente sulle casse del Comune di Isernia, ma sarà ripartito in sei anni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco flat lux
error: