TRADIZIONI – Il Majë molisano, il rito della pagliara al Museo Sannitico di Campobasso

pasta La Molisana
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino

CAMPOBASSO – Il rito della “pagliara”, una tradizione unica e antichissima al Museo Sannitico.

Il “Majë molisano- una tradizione unica”, ancora fortemente avvertita e praticata nei comuni più interessati alle migrazioni delle popolazioni croate, si svolgerà il 29 dicembre, alle ore 16.30, presso il Museo Sannitico di Campobasso. All’evento parteciperanno Leandro Ventura (Direttore del Polo Museale del Molise nonché dell’Istituto centrale per la demoetnoantropologia), Vincenzo Lombardi (tra i più apprezzati studiosi del rito della “pagliara”), Domenico Ferraro (presidente dell’associazione culturale Altrosud) e i sindaci e rappresentanti delle associazioni dei comuni oggi maggiormente interessati al rito, vale a dire Acquaviva Collecroce, Colle d’Anchise, Fossalto e Lucito.

Questa singolare tradizione comprende tutti i riti arborei di area meridionale, dalla Basilicata alla Puglia, dalla Sardegna alla Calabria, sia pure con alcune varianti più o meno significative, appartengono a una stessa famiglia, inserendosi tutti nella serie delle personificazioni del “maggio”. In una vasta area del Molise si registra una simbolizzazione del maggio. “Piuttosto eccezionale in area italiana, – le parole dello studioso Alberto Mario Cirese, uno dei padri fondatori della moderna antropologia italiana- che consiste in un uomo rivestito da un mascheramento di rami e di erbe disposti generalmente in forma di cono e dai caratteri più o meno spiccatamente antropomorfi”.

Questa particolare modalità, che nella nostra regione è conosciuta genericamente come “pagliara”, in Molise includeva le comunità di Acquaviva Collecroce, Montemitro, San Felice, Castelmauro, Lucito, Fossalto, Casacalenda, Bonefro, Larino, Riccia, Colle d’Anchise e Bagnoli del Trigno: quella stessa area toccata, direttamente o indirettamente dalle migrazioni di popolazioni slave.

Tra la riproposizione di alcune delle musiche peculiari della “pagliara” e degustazione di qualche dolce natalizio, si metteranno a punto strategie comuni per la valorizzazione di questa antica tradizione a partire da alcuni progetti già prossimi alla conclusione quali la pubblicazione, a cura di Vincenzo Lombardi, casa editrice Squilibri, delle registrazioni inedite di Alberto Mario Cirese del 1954 e l’apertura di una specifica sezione nella Rete degli archivi sonori, promossa dall’associazione Altrosud.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: