POLITICA – Al Centrum Palace “pieno” di amministratori per Frattura

frattura centrum palace campobasso
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita

CAMPOBASSO – Dalle vecchie glorie come il tandem dei senatori Gino Di Bartolomeo e Alfredo D’Ambrosio, pronti e rimettersi in gioco con il Governatore, fino alle nuove leve Luca Josue o Salvatore Colagiovanni, tanto per fare qualche nome e a moltissimi amministratori sindaci e non dell’intera regione.

Dal primo cittadino di  Riccia Micaela Fanelli nonché segretaria regionale del Pd e di Vinchiaturo a quello di San Polo Matese di Guardiaregia di San Giuliano del Sannio e di Puglia a quello di San Pietro Avellana, dal sindaco di  Macchia Valfortore a quello di Mirabello di Termoli di Guglionesi di Santa Croce di Magliano  fino a Montenero di Bisaccia, presente il vicesindaco, etc.

Assente il sindaco Battista di Campobasso che però ha inviato una folta rappresentanza di assessori e consiglieri a dimostrazione che buona parte dell’amministrazione comunale del capoluogo si ritrova con il presidente della Giunta regionale. Folta la presenza anche dei componenti delle Amministrazioni delle due Province di Campobasso e Isernia.

Ovviamente tra i Regionali assenti Scarabeo Totaro Petraroia Lattanzio, che ha annunciato di non ricandidarsi per le Regionali, Niro, consiglieri messisi da parecchio distanti dalla politica del Governatore. La risposta, quindi, di una parte foltissima del Pd e di rappresentanti di Comitati e Associazioni di area centrosinistra alla chiamata di Frattura di ieri sera al Centrum palace è stata sorprendente, voluta per l’appunto dal Governatore per fare una prima verifica su quanti sono intorno al lui e quindi confermare e iniziare da qui una nuova campagna elettorale e per illustrare insieme ai suoi più stretti collaboratoti, ieri sera presenti al suo fianco (Di Nunzio Cristian Di Pietro, Veneziale Facciolla Nagni Parpiglia Monaco e Ciocca), la propria azione di governo dei suoi 5 anni a palazzo Vitale.

Un bagno di folla circa 300 persone tra cui molti hanno preso la parola stigmatizzando alcuni su quanto non ha funzionato soprattutto sul piano della comunicazione diretta spesso saltata o fatta attraverso inutili e fastidiosi filtri che hanno condotto a difficili rapporti con gli enti locali e certamente non creato una buona percezione sull’operato dell’amministrazione regionale e sulla sua attività di governo e su, al contrario, quanto ha portato ad un risanamento evidente in  alcuni settori della macchina amministrativa dell’ente Regione.

Il Governatore ha presentato un lungo elenco delle opere e iniziative portate a termine nei settori della gestione regionale soffermandosi molto sulla sanità sui debiti trovati in Regione e sulla bonifica necessaria per evitare “un vetro e proprio default della Regione”.

Sul probabile spostamento di data delle Elezioni regionali, che in questi giorni sta raccogliendo rabbie e veleni da ogni parte politica, il Governatore ha riconfermato che non si appresterà a firmare alcuna convenzione con il Ministero dell’Interno per fissare qualsiasi data fino a quando la nuova legge elettorale approvata in Regione qualche settimana fa non venga ritenuta legittima corretta e costituzionale dagli organi preposti del Governo e dello Stato.

“Tanto per evitare che il giorno dopo le elezioni si faccia la corsa e la caccia ai ricorsi di cui questa Regione non ne può più”.

Quindi ancora tutto sospeso. Lunedì, intanto, Frattura ha annunciato che sull’argomento chiarirà ancora meglio in una conferenza stampa appositamente indetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: