VENAFRO – Fiume San Bartolomeo, portata ai minimi storici. Il Sindaco scrive a Galletti

faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

AMBIENTE – Diminuisce notevolmente la portata del fiume venafrano San Bartolomeo, a prendere in mano la situazione il sindaco Antonio Sorbo, il quale chiede l’intervento del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

Nella lettera, inviata anche al Presidente della Regione Molise, al Presidente del Consiglio Regionale, al Prefetto di Isernia, all’Autorità di Bacino, al WWF Italia, a Legambiente, a Fare Ambiente e al Coordinamento Nazionale Tutela Fiumi, il sindaco Sorbo ricorda che già due mesi era stata inviata una nota ai vertici della Regione per segnalare il problema del San Bartolomeo, ma nessuna risposta è ancora pervenuta.

“In tale nota – scrive il sindaco – si faceva presente che da diversi anni ormai le sorgenti del San Bartolomeo sono oggetto di captazione da parte di Acqua Campania per conto della Regione Campania e si chiedeva ai destinatari di attivarsi per verificare se, oltre alla nota e diffusa siccità che ha colpito l’intera Penisola nei mesi scorsi, la pesante e significativa riduzione della portata del corso d’acqua in oggetto sia determinata anche dagli effetti della richiamata captazione e, in tal caso, di porre in essere ogni utile iniziativa”.

“Ad oggi – prosegue la lettera – nonostante siano trascorsi due mesi dall’invio della nota di cui sopra, non è pervenuto alcun riscontro dai soggetti che ne erano destinatari. Pertanto si ritiene opportuno reiterare la richiesta agli stessi soggetti, che infatti sono in indirizzo, e di rendere nota la problematica ad altri soggetti che, per competenze diverse, possono dare un contributo alla risoluzione delle problematiche segnalate”.

“A tale proposito – continua Sorbo – si ricorda che, tra le altre, la norma principale, ad avviso dello scrivente, che disciplina tale materia è il decreto legislativo n. 152/2006 il quale all’art. 56 ‘Attività di pianificazione, di programmazione e di attuazione’ specifica che tra tali attività rientrano: ‘la difesa, la sistemazione a la regolazione dei corsi d’acqua, dei rami terminali dei fiumi e delle loro foci nel mare, nonché delle zone umide’ (lettera b); ‘la razionale utilizzazione delle risorse idriche superficiali e profonde, con una efficiente rete idraulica, irrigua ed idrica, garantendo, comunque, che l’insieme delle derivazioni non pregiudichi il minimo deflusso vitale negli alvei sottesi nonché la pulizia delle acque’ (lettera h)”.

“La stessa norma, all’art. 145 ‘Equilibrio del bilancio idrico’ comma 3 dispone che ‘Nei bacini idrografici caratterizzati dai consistenti prelievi o da trasferimenti, sia a valle che oltre la linea di displuvio, le derivazioni sono regolate in modo da garantire il livello di deflusso necessario alla vita negli alvei sottesi e tale da non danneggiare gli equilibri degli ecosistemi interessati’ “.

“Infine – conclude il sindaco di Venafro – giova ricordare che la stessa norma all’art. 61 comma 1 assegna alle Regioni, tra le altre, le seguenti competenze: ‘predispongono annualmente la relazione sull’uso del suolo e sulle condizioni dell’assetto idrogeologico del territorio di competenza e sullo stato di attuazione del programma triennale in corso e la trasmettono al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare entro il mese di dicembre’ (lettera g); ‘assumono ogni altra iniziativa ritenuta necessaria in materia di conservazione e difesa del territorio, del suolo e del sottosuolo e di tutela ed uso delle acque nei bacini idrografici di competenza ed esercitano ogni altra funzione prevista dalla presente sezione’ (lettera h)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Maison Du Café Venafro
colacem
panettone di caprio
pasticceria Di Caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio
panettone di caprio
colacem
Maison Du Café Venafro
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: