TEATRO – “Imma Villa In SCANNASURICE” al Teatro del Loto di Ferrazzano

teatro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Domenica 14 gennaio e lunedì 15 gennaio presso il teatro Loto di Ferrazzano andrà in scena Imma Villa in SCANNASURICE

di Enzo Moscato

regia CARLO CERCIELLO

scene Roberto Crea

suono Hubert Westkemper

musiche originali di Paolo Coletta

costumi Daniela Ciancio

disegno luci Cesare Accetta

prodotto da elledieffe srl – Teatro elicantropo

Premio della Critica 2015, Scannasurice di Enzo Moscato è stato scritto dopo il terremoto del 1980 a Napoli. È un testo che porta in sé il segno evidente di quel sommovimento tellurico. È una sorta di discesa agli “inferi” di un personaggio dall’identità androgina, nell’ipogeo napoletano, dove abita all’interno di una stamberga, tra gli elementi più arcani della napoletanità, in compagnia dei topi – metafora dei napoletani stessi – e dei fantasmi delle leggende metropolitane partenopee, dalla Bella‘mbriana al Munaciello, tra spazzatura e oggetti simbolo della sua condizione, alla ricerca di un’identità smarrita dentro le macerie della storia e della sua quotidianità terremotata, fisicamente e metafisicamente. Il personaggio fa la vita, “batte”, è originariamente un “femminiello” dei Quartieri Spagnoli, ma i femminielli di Enzo Moscato sono creature senza identità, quasi mitologiche.

La straordinaria interpretazione di Imma Villa, esalta l’ambiguità e l’eccesso del personaggio anche grazie alla bellissima regia di Cerciello che rende il flusso ininterrotto di parole davvero un fiume lavico, colorando la malinconia tipicamente napoletana, una cultura sul crinale tra il cielo e l’abisso, tra la gioia e il dolore.

CRITICA

“Ottima interpretazione di Imma Villa che non rivela mai esitazioni, mai indecisioni, che è un’ottima attrice fisica e soprattutto di parola, nel senso di attenzione meticoloso al testo, alle sue sonorità e ai suoi complessi ritmi, soprattutto quando è firmato da un autore come Moscato. Ottima regia, ottimo utilizzo delle luci. Atmosfere inquietanti, che alternano accoglienza, dolore, paura. Il pubblico partecipa con vere e prolungate emozioni: finalmente!”- dramma.it

“Il nostro femminiello parla ai suoi topi con affetto e disprezzo, a noi si rivolge, ai napoletani schiacciati da un’emergenza più grande, è suricillo egli stesso, topo che tenta, come i suoi compagni ai «piani bassi», di risalire al senso della sua esistenza.”- Teatro e critica.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: