BORGOTUFI – La rinascita del borgo molisano grazie alla tenacia di due donne

5x1000 Neuromed
Black&berries Venafro
Assicurazioni Fabrizio Siravo
franchitti interiors

MOLISE – Si chiama Borgotufi il paesino formato da una manciata di case, frazione di Castel del Giudice, che ha trovato la via della rinascita grazie a due donne, ex allieve dello chef stellato Niko Romito.

Le vere bellezze italiane sono quelle ancora oggi immerse nella natura incontaminata, quelle dei paesini che rischiano di diventare “città fantasma” e scomparire. Tra queste bellezze il Molise, una regione ricca di borghi che con il passare del tempo vengono man mano abbandonati.

Borgotufi era uno di questi, una manciata di case che hanno provato a resistere all’abbandono e che hanno trovato fortuna nelle due ex allieve dello chef Niko Romito, le quali hanno ridato vigore alla frazione con il loro Albergo Diffuso.

Innamorarsi di Borgotufi è stato facile, come spiega Alessandra Di Paolo, 29 anni, che nell’albergo governa la cucina. “Qui è tutto così vicino, così genuino, così naturale. Cucinare diventa spontaneo”. Utilizzando solo ciò che le offre la natura, Alessandra prepara i piatti dai sapori tipici della terra molisana come le pallottine cacio e ova, la vellutata di mele bio coltivate nel campo di fronte oppure porcini e porchetta croccante.

Tutto nella struttura è molisano, persino le pietre che ornano le 33 camere, tutto sotto lo sguardo attento di Giusy Trapasso, l’Hotel manager 33enne, che insieme alla collega, si è lanciata in questa grande sfida.

“Vinceremo. Ne sono certa” ha affermato Giusy convinta, sicura del valido e insostituibile supporto  che la natura, quell’ambiente, quella campagna e quel buon cibo potranno offrire alla loro missione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
franchitti interiors

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »