MOBILITA’ IN DEROGA – 1744 lavoratori domani in presidio al Ministero del lavoro

mobilità in deroga
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
Boschi e giardini di Emanuele Grande
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
La Molisana Natale plastica

CAMPOBASSO – Mobilità in deroga, i 1744 lavoratori del Molise faranno sentire la loro protesta davanti il Ministero del lavoro dove hanno organizzato un presidio e un volantinaggio per domani. Per quanto denunciano

“La Regione Molise con un tratto di penna ha cancellato i nostri diritti e ci ha sospeso ingiustamente i pagamenti della mobilità in deroga per gli anni 2015 e 2016. Per questo abbiamo costituito il Comitato, e per le stesse motivazioni vogliamo difendere i nostri DIRITTI di lavoratori e la nostra DIGNITÀ di persone. Le fasce deboli del mondo del lavoro vanno difese e non umiliate. Per queste ragioni: CHIEDIAMO

1 il rispetto dell’allegata Delibera del Consiglio Regionale del Molise n. 242 del 29 dicembre 2017;

2. la riformulazione corretta dell’istanza indirizzata al Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, sostitutiva della nota sbagliata dell’Assessore Regionale, Carlo Veneziale;

3. il completamento dell’istruttoria comunicataci il 15 gennaio 2018 dalla Segreteria della Direzione Generale del Dott. Ugo Menziani per consentire al Ministro un’attenta valutazione della vertenza;

4. lo sblocco dei pagamenti della mobilità in deroga a nostro favore da parte della Direzione Nazionale dell’INPS; “

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano
momà

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano
momà

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Edilnuova Pozzilli
fabrizio siravo assicurazioni
Esco Fiat Lux Scarabeo
Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
error: