AUTOSTRADA – Il sogno?…continua!!! A spese dei cittadini!!!

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Il “carrozzone” Autostrada con il suo Consiglio di amministrazione è “salvo”.

Ieri sera il Consiglio regionale ha bocciato l’emendamento presentato dal Governatore che avrebbe decretato l’azzeramento della società Autostrade del Molise con i soli voti favorevoli di Frattura Facciolla Petraroia e dei due rappresentanti di Cinque stelle Manzo e Federico. Contro l’emendamento il centrodestra e i consiglieri sparsi del centrosinistra e i dissidenti di un Consiglio dove ognuno in vista delle Politiche e delle Regionali prende strade diverse e personali dimenticando quanto oggi accade all’esterno e perdendo di vista i problemi reali di quanti hanno bisogno anche per sopravvivere. Un organismo, quello della Società autostrade, nella speranza che in futuro possa essere riesaminato il progetto autostradale, che viene mantenuto in piedi anche per i dispetti che la politica continua a farsi al suo interno a danno dei cittadini sebbene da tempo sia stato dichiarato inutile per via di una pianificazione regionale, discutibile o meno, che ha puntato sul ferro e quindi sulla velocizzazione della tratta ferroviaria Campobasso Roma e sulla metropolitana leggera.

Come si sa l’autostrada del Molise, la cui spesa supererebbe i 3.500 milioni di euro, ritenuta perciò troppo costosa anche per una sua futura gestione, è stata accantonata già da qualche anno dall’Amministrazione Frattura. Sebbene ciò, continua a essere attivo un Consiglio di amministrazione, Anas Regione, a capitale sociale per metà e metà tra i due enti, composto da un presidente da un amministratore delegato e tre consiglieri e un collegio sindacale di tre unità: un presidente e due sindaci effettivi. In carica da nove anni è costato alla collettività parecchie centinaia di migliaia di euro sebbene la Corte dei Conti nel 2015 avesse mosso una serie di osservazioni qualche anno fa. Per dare qualche cifra, nel 2015 il suo costo è stato di  138 mila euro, nel 2016 di 190 mila euro. Dopo la decisione del Consiglio regionale di ieri sera continuerà ad esistere e a gravare sulle tasche dei cittadini molisani.

Il progetto autostrada, Iorio presidente della Regione Molise, fu portato avanti e firmato da Antonio Di Pietro, nel 2008, con Prodi, ministro delle Infrastrutture e finanziato per il primo lotto da Guardiaregia a Castelpetroso doveva collegare come è noto San Vittore a Termoli.

A seguire diamo quanto scritto sul sito di Autostrada del Molise spa e quindi le notizie minime di quello che doveva essere il collegamento tra i due mari Adriatico e Tirreno

L’Autostrada

Il 18 gennaio 2008 è stata costituita Autostrada del Molise S.p.A., una società mista Anas Regione Molise, con l’obiettivo di realizzare il nuovo collegamento autostradale Termoli-San Vittore.

L’opera, con un tracciato di circa 150 km, si svilupperà in due tratte, San Vittore-Venafro-Isernia-Bojano-Campobasso e Bojano-Termoli, e prevede la realizzazione di due corsie per senso di marcia, più corsia di emergenza; 121 viadotti (per complessivi 40,3 km), 15 gallerie (per uno sviluppo lineare complessivo di 11,8 km) e 35 svincoli di collegamento con la viabilità esistente.

Il progetto preliminare, redatto dall’Anas, prevede 13 lotti, di cui il lotto due, lungo circa 9 km, denominato “Variante di Venafro”, è già stato realizzato ed è entrato in esercizio nell’ottobre del 2008.

L’importo complessivo dell’investimento ammonta ad oltre 3.500 milioni di euro.

La nuova arteria si è resa necessaria essenzialmente per fronteggiare l’inadeguatezza del sistema delle comunicazioni e dei trasporti del Molise e la mancanza di un collegamento trasversale tra il Tirreno e l’Adriatico, ed ha quindi il duplice obiettivo di migliorare il livello di servizio in termini di mobilità, accessibilità e sicurezza del collegamento stradale tra la dorsale adriatica e la dorsale centrale e di valorizzare e sviluppare le potenzialità economiche delle aree commerciali ed industriali delle province di Isernia e Campobasso.

Prima tratta

Per la realizzazione della prima tratta, San Vittore-Venafro-Isernia-Bojano-Campobasso (di lunghezza complessiva pari a circa 82 km, di cui 8 costituiti dalla variante di Venafro già entrata in esercizio nell’ottobre del 2008), Autostrada del Molise S.p.A. ha approvato il 1 febbraio 2011 il progetto preliminare aggiornato dall’ATI (SILEC S.p.A.; EGIS PROJECTS S.A.; GRUPPO MALTAURO; Costruzioni FALCIONE Geom. Luigi) individuata quale promotore del progetto in esito alla relativa procedura di gara.

Il progetto approvato è stato trasmesso a tutti gli Enti competenti ai fini dell’avvio delle procedure di ‘Legge Obiettivo’.

Il costo dell’opera, che sarà finanziato secondo uno schema di project financing, risulta complessivamente pari a 1.354 milioni di euro; il finanziamento è previsto per il 49,00% con contributo pubblico e per la restante parte con fondi privati.

Il CIPE ha stanziato 236 milioni di euro come indicato nelle deliberazioni n. 62/2011 e n. 63/2011 pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale in data 12 gennaio 2012.

Un volta approvato il progetto preliminare da parte del CIPE ed ottenuto le necessarie risorse finanziarie, Autostrada del Molise S.p.A. potrà, in qualità di soggetto attuatore, bandire la gara per l’individuazione del concessionario al quale verranno affidate tutte le ulteriori attività di progettazione, di realizzazione e di gestione dell’opera.

Seconda tratta
La seconda tratta, tra Bojano e Termoli, sarà realizzata o con ricorso alla finanza di progetto o con copertura finanziaria a totale carico di risorse pubbliche, dando priorità assoluta al tratto compreso tra lo svincolo di Guardialfiera e lo svincolo di Larino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Maison Du Café Venafro
pasticceria Di Caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

pasticceria Di Caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
colacem
Maison Du Café Venafro
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: