POLITICHE – Patriciello non condivide il metodo delle scelte e scrive a Berlusconi

Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Boschi e giardini di Emanuele Grande
mama caffè bar venafro

VENAFRO – Il braccio di ferro in Forza Italia e quindi di riflesso nel centrodestra per le candidature al maggioritario per la Camera dei Deputati con il passare delle ore diventa sempre più muscolare.

Ovviamente la corsa a due Tartaglione-Pietracupa o in verità la fuga solitaria della prima non piace all’europarlamentare Aldo Patriciello. E’ una nostra percezione perché il politico venafrano nella lettera al leader degli azzurri non dice letteralmente tanto affermando al contrario di non voler fare o suggerire alcun nome.

Il suo turbamento nelle poche righe inviate a Berlusconi, però, si legge e traspare chiaramente.

In merito alle recenti notizie apparse sugli organi di stampa nelle ultime ore inerenti la composizione delle liste in vista delle prossime elezioni politiche del 4 marzo mi preme precisare quanto segue.

Per formazione politica, umana e professionale, sono abituato a dire le cose che penso e a metterle per iscritto. Questo era ed è l’intento della lettera al Presidente Berlusconi. Nessuna sterile polemica, nessuna velleità personale: solo la fondata preoccupazione circa la strategia elettorale da metter in campo, a livello regionale, per le imminenti elezioni politiche. Ci tengo a sottolineare, con forza, che non ho nomi da suggerire, né ho mai rivendicato per me stesso alcuna candidatura al Parlamento italiano.

L’europarlamentare la pone sul metodo e sul metro di valutazione del futuro e possibile candidato, elementi importanti e determinanti per una giusta scelta.

“La mia  – continua Aldo Patriciello – è una riflessione sul metodo, sulla necessità di valorizzare personalità riconosciute e riconoscibili politicamente per la loro storia personale ed il loro impegno civico. Per tale ragione ritengo che per quanto riguarda il centro destra – ma il discorso credo si possa estendere a tutti i partiti – sia opportuno mettere in campo, specie sui collegi uninominali, persone rappresentative di una intera comunità. Ritengo altresì – e sto cercando con forza di far capire nelle sedi romane –  che i sondaggi siano solo indicativi dell´espressione di pensiero: altra cosa è, invece, il voto reale. 

La nuova legge elettorale vuole premiare e dare voce a coloro i quali si battono quotidianamente in favore dei cittadini. È un intento da assecondare e che mi sento di condividere in pieno. Come parlamentare europeo, infatti, eletto in un collegio che va da Teramo a Reggio Calabria, so bene quanto sia importante il contatto con i cittadini, con gli amministratori, con chi giorno per giorno vive i problemi della gente comune. Prestare loro ascolto significa fortificare l’anima moderata e liberale che da sempre caratterizza un partito come Forza Italia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

momà
Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano
momà

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
fabrizio siravo assicurazioni
Bar il Centrale Venafro
Edilnuova Pozzilli
Agrifer Pozzilli
error: