Arte, Bologna – Novità e conferme nella 42esima edizione di Arte Fiera 2018

arte fiera
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Panificio Di Mambro Venafro
5x1000 Neuromed
franchitti interiors

BOLOGNA – È la prima fiera d’arte moderna e contemporanea in Italia per età e fatturato.

Nei padiglioni 25 e 26 di Bologna Fiere, riparte Arte Fiera, edizione 2018, giunta alla sua 42esima edizione. Dal 2 al 5 febbraio, con preview il primo febbraio, sotto la direzione artistica, riconfermata per il secondo anno successivo, di Angela Vettese, la donna della svolta avviata nel 2017. Attenzione sempre rivolta al panorama italiano e alla sostanza dei contenuti, la fiera dell’arte di Bologna, ospiterà 151 importanti gallerie a cui si aggiungono trenta espositori di editoria, grafica e creatività, per un totale di 181 presenze.

Arte Fiera 2018 non prevede linee di confine espositivo tra moderno e contemporaneo, ad eccezione del gruppo Nueva Vista. Le sezioni e i generi si mescolano organicamente con l’intento di creare un percorso di visione e d’interesse in cui le opere di ieri e di oggi dialogano armonicamente, superando linee di demarcazione divenute ormai inaffidabili e anzi generando un’evoluzione critica.

MAIN SECTION

Nella Main Section della fiera avrà luogo la sottosezione Modernity, il cui concept si rintraccia nell’etimologia del termine: Modernity non come arte moderna, correntemente intesa come arte del primo Novecento, ma come attualità, dalla radice latina modo. All’interno di alcuni stand verranno dunque allestite piccole mostre personali di artisti meritevoli di uno sguardo attento. L’intento è quello di creare un percorso tra artisti diversi per epoca, nazionalità e movimento di afferenza, accomunati dal fil rouge della peculiare rilevanza che distingue il loro lavoro e al coraggio che i galleristi dimostrano nel presentarli.

EVENTI IN CITTÀ

C’è poi POLIS, il legame con la città che quest’anno si arricchisce di nuove declinazioni che prevedono installazioni in luoghi e spazi della città a cura di Angela Vettese con il coordinamento di Nicolas Ballario e in collaborazione con alcune gallerie che partecipano ad Arte Fiera.

Il programma arricchito da novità come il Convegno internazionale il 2 e 3 febbraio a cura di Angela Vettese con Clarissa Ricci, intitolato Tra mostra e fiera: entre chien et loup, organizzato in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia con il patrocinio dell’Università di Bologna, sul tema della crescente ibridazione tra mostre e fiere. Parteciperanno, inoltre, accademici, artisti, critici, curatori, editor e altri attori dell’art system.

Infine i premi. Tre: Premio Euromobil, Premio #Contemporaryyoung Premio Angamc, rispettivamente rivolti ad artisti italiani e stranieri esposti ad Arte Fiera, gli artisti under 40 presenti ad Arte Fiera e il premio alla carriera.

In parallelo, per viversi la città, nel cartellone è inserito il programma istituzionale di mostre Art City Bologna, promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, con il coordinamento dell’Area Arte Moderna e Contemporanea dell’Istituzione Bologna Musei, con la nuova direzione artistica affidata a Lorenzo Balbi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MESSAGGIO ELETTORALE »

Carmine Amoroso

PUBBLICITA’ »

pubblicità »

open day colacem

Scarica l’App Molise Network »

Carmine Amoroso
error: Content is protected !!