ELEZIONI – Folla alla riunione della Federazione del Pd di Isernia

INCONTRO FEDERAZIONE ISERNIA
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – Folla ieri pomeriggio alla sala gialla della Provincia di Isernia  dove la Federazione Pentra ha indetto un incontro con gli iscritti e simpatizzanti, per fare il punto della situazione politica e tracciare le linee guida della campagna elettorale.

Presenti il segretario regionale del PD Micaela Fanelli, il presidente del partito Laura Venittelli, l’Assessore regionale Carlo Veneziale e la candidata al maggioritario per Isernia Maria Teresa D’Achille, oltre agli altri esponenti del partito e i simpatizzanti. Ad aprire i lavori, Stefano Buono “ampiamente soddisfatto perché, nella battaglia che ci vede impegnati, abbiamo scelto le migliori candidature possibili con la qualità maggiore” e ha auspicato “una campagna elettorale improntata sui contenuti, allontanando le polemiche che appartengono al modus operandi di altri partiti”.

Quindi ha preso la segretaria regionale Micaela Fanelli che ha ringraziato “il lavoro continuativo nella rintelaiatura del Partito Democratico su questa provincia” mettendo in risalto i “vari elementi di qualità e capacità nella presentazione delle persone che sono nelle nostre liste: 50% donne, 50% uomini, dove il rosa pallido di altri partiti è soltanto una composizione meramente formale e dove la parità di genere non è una concretezza perché da noi le posizioni sono realmente eleggibili”.

Successivamente  Maria Teresa D’Achille si è detta onorata di rappresentare il collegio pentro

“Siamo stati i pionieri dell’industria 4.0 e della sfida digitale. Grazie al Jobs Act abbiamo creato moltissimi posti di lavoro ed i primi risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ma non ci accontentiamo. Vogliamo continuare ad andare avanti in questa direzione per contrastare ancora di più la disoccupazione e la precarietà”. Non è mancata la stoccata agli avversari politici del centrodestra, per i Cinquestelle sul tema del lavoro e sull’università per LeU, rivendicando la battaglia per mantenere le facoltà universitarie nel centro storico di Isernia, smentendo le dichiarazioni di Leva e del Rettore Palmieri che “non possono raccontare altre verità”.

Ultima nota, sulle accuse d’inciuci:

“Non abbiamo nulla a che fare con Iorio e Patriciello ed è Leva a doversi rimproverare le scelte precedenti fatte insieme a Ruta”. Spazio anche a Marcello Miniscalco del Partito Socialista per un breve saluto e Lugi D’Orsi per il Centro Democratico e +Europa. Il suo impegno sarà portare Bruno Tabacci e Emma Bonino in Molise per la campagna elettorale. A seguire  Carlo Veneziale che ha spronato i suoi a non perdere un minuto:

“Sui temi non abbiamo paura di confrontarci con nessuno. Occupazione, spesa, fondi europei, politiche a sostegno delle imprese, dell’ambiente e delle infrastrutture. Dovremo impegnare questi 27 giorni per raccontare ai molisani quello che siamo stati capaci di fare in favore di tutti”.

A chiudere i lavori, l’onorevole Laura Venittelli, presidente del Partito Democratico in Molise: “La parte bella della candidatura al Senato è di poter fare la campagna in tutta la regione. Quindi torno a parlare di Molise. Il Pd deve continuare a fare quello che ha fatto negli ultimi cinque anni. Abbiamo approvato norme che si aspettavano da anni come la legge sui diritti civili che ci fa sentire un paese europeo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: