CALCIO – Campobasso-Agnonese, derby con rissa al fischio finale dell’arbitro

campobasso agnone
franchitti interiors
Assicurazioni Fabrizio Siravo
5x1000 Neuromed
Panificio Di Mambro Venafro

SERIE D Girone F

CAMPOBASSO 1 O.AGNONESE 1

Reti: 7’ Kargbo, 94’ De Stefano (rig.)

Campobasso (3-5-2): Landi 6,5, Benvenga 4,5, Gomes 7 Capozzi 6,5; Ribeiro 6 (66’ Del Prete 6), Gerardi 7 (80’ Bolzan sv), Danucci 5, Varsi 5,5 (68’Marzano 6) Menna 5 (64’ Elefante 6); Balistreri 5, Kargbo 7,5 (84’ Makaja sv). A disp.: Riccio, Bisceglia,Esposito,  Amabile, All. Foglia Manzillo

Agnonese (5-3-2): Venturini 6; Corbo 5,5, La Bua 5 (63’ Nyang 6), Frabotta 6, Rullo 6 (80’ Litterio sv), Guerra 6,5; Corso 5 (80’ De Stefano sv), Di Lollo 6, Ferraro 5,5 (53’ Mady 6); Santoro 5,5, Giglio 6,5. A disp: Faiella, Cassese, Guerra, Mariano, D’Aversa All. Di Meo

Arbitro: Centi di Viterbo

Assistenti: D’Angelo di Perugia e Brizzioli di Perugia

Ammoniti: Ferraro, Frabotta, Menna, Rullo, Benvenga, La Bua, Corso, Bolzan

Espulso Benvenga al 78’ per poteste

Angoli: 4-7

Note: Spettatori 600 circa di cui un centinaio ospiti

CAMPOBASSO – Derby che inizia con una sorpresa che riguarda l’atteggiamento tattico dell’Olimpia Agnonese che si dispone con una difesa a cinque con Guerra arretrato nel ruolo di terzino sinistro. Campobasso invece in formazione annunciata con il recupero in extremis di Kargbo in attacco al fianco di Balistreri. Ed è proprio il giovane colored rossoblù che sblocca subito la gara al 7’ anticipando tutti in area di rigore come un rapace sul bel cross di Benvenga. Rossoblù ancora pericolosi al 10’ con una bella triangolazione al limite dell’area Kargbo-Gerardi che porta quest’ultimi a provare la conclusione in scivolata che esce fuori di poco. L’Olimpia si affaccia per la prima volta dalle parti di Landi con una conclusione al volo da fuori area di Corso al 17’che sorvola la traversa. Al 22’ per poco la difesa del Campobasso non combina una frittata; Benvenga e Gomes invece di far uscire Landi rinviano il pallone sui piedi di Giglio che da fuori area per poco non beffa il portiere di casa che si salva in tuffo deviando in angolo. I granata non demordono e al 33’ arrivano vicini al pareggio con un bellissimo diagonale di Di Lollo che, a portiere battuto, sfiora il palo. Clamorosa occasione sul finale del primo tempo per l’Agnonese che incredibilmente non riesce a spingere il pallone in rete dopo che un’indecisione di Benvenga che aveva consentito a Santoro di crossare in mezzo nell’area piccola dove si è letteralmente immolato Landi in uscita bassa che per ben due volte si è opposto a Corbo prima che Capozzi riuscisse a spazzare nei pressi della linea di porta. Primo tempo che finisce in un clima elettrico sia in campo sia in Tribuna laterale con il Campobasso che dopo un inizio promettente ha subito nella seconda parte della prima frazione il prepotente ritorno degli ospiti. Ripresa che si apre di nuovo con il Campobasso in avanti questa volta su calcio piazzato. E’ Varsi che prova a sorprendere sul proprio palo Venturini ma la sua conclusione è forte ma troppo angolata. Al 61’ invece è Balistreri a calciare debolmente tutto solo in area dopo l’assist di un ottimo Kargbo che invece due minuti dopo sguscia via alla difesa ospite, supera il portiere e da posizione defilata colpisce il palo interno senza che il pallone entri in porta. Sfortunatissimo in questa occasione l’imprendibile attaccante della Sierra Leone. Occasionissima al 74’ per l’Olimpia Agnonese con Giglio che di testa in piena area piccola sfiora il palo con Landi battuto dopo un cross di Di Lollo lasciato colpevolmente libero in area di rigore. Il Campobasso quattro minuti dopo rimane in dieci per un’espulsione di Benvenga per poteste dopo un fallo subito. All’ 89’ L’Olimpia Agnonese ha una occasione colossale per pareggiare ma Santoro ad un metro dalla porta non riesce a fare il tap in vincente consentendo a Landi di salvare il risultato. Neanche un minuto e Mady fa tremare la traversa. Sul ribaltamento di fronte al 93’ l’arbitro assegna il rigore per un colpo di mano di Bolzan in piena area di rigore. De Stefano va sul dischetto e realizza per l’insperato 1-1 dell’Olimpia Agnonese. Nonostante almeno cinque minuti persi tra assegnazione del rigore e trasformazione l’arbitro inspiegabilmente fischia la fine senza dare altri minuti di recupero accedendo le poteste dei giocatori rossoblù. Il nervosismo è palese e sfocia in una vera e propria rissa in mezzo al campo tra alcuni esponenti delle due squadre al triplice fischio. Un epilogo tristissimo per un derby molisano causato soprattutto da un atteggiamento arbitrale al limite della tracotanza e dell’incompetenza.

G.C.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MESSAGGIO ELETTORALE »

Carmine Amoroso

PUBBLICITA’ »

pubblicità »

open day colacem

Scarica l’App Molise Network »

Carmine Amoroso
error: Content is protected !!