POLITICA – Gianmaria Palmieri: “I molisani tornino a dare valore alla sanità pubblica”

La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Boschi e giardini di Emanuele Grande
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Il candidato di Liberi e Uguali per il Senato, Gianmaria Palmieri, ha parlato dell’importanza della sanità pubblica in Molise.

“L’ovvia verità – ha detto Palmieri – è che ai cittadini, che sono anche contribuenti, interessa soltanto essere curati presto, bene e, possibilmente, senza spendere o spendendo il giusto. La bugia, che va smascherata senza ambiguità, è che a ciò possa bastare la sanità privata. Falso è anche che pubblico sia sempre sinonimo di inefficienza. I medici e i paramedici dei nostri ospedali riescono spesso a garantire prestazioni all’altezza in condizioni di contesto a dir poco estreme”.

“Noi di Liberi e Uguali – ha proseguito – siamo invece fermamente convinti che nel nostro Paese, e ancor più nella nostra Regione, la tutela del diritto costituzionale alle cure mediche, espressione del diritto alla vita, non può che essere affidata alla sanità pubblica, la sola a potersi far carico di una funzione sociale tanto importante. Così come siamo convinti che smantellare la sanità pubblica in Molise equivalga a negare, in moltissimi casi, la possibilità stessa di curarsi e di continuare a vivere. Per dimostrarlo è sufficiente partire da una semplice considerazione: l’assistenza e la cura dei malati costituiscono, per loro natura, un servizio sociale costoso, talvolta costosissimo, che le strutture private possono solo contribuire a completare, integrando le prestazioni del pubblico, e mai sostituendole”.

“Non bisogna dimenticare – ha affermato il candidato –  che le aziende private laddove abbiano la forma di s.p.a. o di s.r.l., devono per legge operare allo scopo di generare profitti. Ciò esclude in radice che possano essere loro a garantire ad una comunità cittadina o regionale tutto l’insieme delle prestazioni essenziali, costituito da servizi di pronto soccorso, urgenze, assistenza domiciliare e ambulatoriale, medicina di base, diagnostica, chirurgia specialistica, etc. Soprattutto in un territorio come il nostro, dove è impossibile garantire un servizio sanitario completo, rapido ed efficiente mantenendo i bilanci in utile”.

“Il Molise è infatti popolato prevalentemente da anziani ed è costituito per buona parte da comunità sparse su un territorio aspro ma esteso in lunghezza per circa duecento km, del tutto privo di infrastrutture che garantiscano una veloce mobilità dei residenti. In queste condizioni di contesto, un’assistenza che voglia essere pronta e di qualità ha inevitabilmente costi elevati, di cui solo il pubblico può farsi carico. Il privato, per quanto solido e ricco, non potrebbe mai farlo”.

“Per questa ragione occorre, oggi più che mai, che tutti i molisani tornino a riscoprire il valore insostituibile della sanità pubblica, esigendo che la politica lavori per restituirle efficienza, stanziando maggiori risorse ed imponendo una gestione trasparente e responsabile. Solo in questo modo si potrà anche gestire al meglio il contributo degli operatori privati che offriranno servizi realmente complementari al pubblico in un’ottica di ottimizzazione dell’offerta assistenziale per la comunità. – ha concluso Palmieri – La priorità non può che essere la sanità pubblica, l’unica che è in grado di assicurare a tutti, e non solo ai ricchi, la certezza di una cura tempestiva e appropriata nel momento del bisogno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

momà
Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano
momà

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Edilnuova Pozzilli
Agrifer Pozzilli
Esco Fiat Lux Scarabeo
Bar il Centrale Venafro
fabrizio siravo assicurazioni
error: