TERMOLI – Rapina al supermercato, individuati il rapinatore e il suo complice

Assicurazioni Fabrizio Siravo
Blackberries Venafro
Panificio Di Mambro Venafro
5x1000 Neuromed

CRONACA – Dopo poche ore dalla rapina a mano armata avvenuta al supermercato di Termoli, gli agenti di Polizia individuano il colpevole ed il suo complice, rispettivamente di 17 e 18 anni.

Le indagini sono partite immediatamente, sin dal primo intervento della volante che ha posto in essere il piano antirapina, posizionando pattuglie su tutto il territorio. Sono stati ascoltati i testimoni e visionate le immagini delle telecamere a circuito chiuso dell’esercizio commerciale per provare a capire al meglio la dinamica dei fatti. Dalle immagini si vede una persona di giovane età, coperta da scaldacollo e cappuccio e vestita con tuta e scarpe da ginnastica, che entra nel supermercato armato di un grosso coltello. Subito si dirige verso la cassa e, dopo aver fatto allontanare la cassiera, non riuscendo ad aprirla la sradica aiutandosi con il coltello.

Dopo la visione del video e i vari sopralluoghi, sono stati ritrovati alcuni oggetti del reato, in particolare in via Vincenzo Cuoco sono stati rinvenuti la cassa e il coltello, poco dopo sono state ritrovate anche le scarpe da ginnastica utilizzate dal rapinatore. La svolta però è arrivata grazie alle immagini delle telecamere posizionate nelle strade adiacenti al supermercato, i poliziotti visionandole sono riusciti a ricostruire anche le fasi precedenti e immediatamente successive alla rapina.

Poco prima di entrare nel supermercato, l’autore del reato era a volto scoperto, permettendo di individuarne i tratti somatici, e si trovava in presenza di una seconda persona che, durante l’operazione, ha fatto da palo. L’attenzione è stata attirata dal più alto dei due, vestito proprio con tuta e scarpe da ginnastica, e dallo zainetto sulle sue spalle. Il giovane infatti era già noto, sempre per furto, alle Forze dell’Ordine e pochi giorni prima era stato fermato dagli operatori della volante che lo hanno identificato.

Sono partite le perquisizioni a casa dei due, in particolare nell’abitazione del minore sono stati rinvenuti oltre ai capi d’abbigliamento e lo zaino, anche 245 euro in contanti, probabilmente parte della refurtiva. Il 17enne ha subito confessato il reato e ha fornito importanti dichiarazioni anche sulla posizione del suo complice. A casa del 18enne, che in passato era stato già segnalato per detenzione di droga, sono stati ritrovati alcuni grammi di sostanza stupefacente.

I ragazzi sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria a piede libero, la loro posizione è al vaglio. Al momento, non c’erano presupposti per applicare la misura cautelare, né dell’arresto perché è obbligatoria la flagranza di reato né del fermo in quanto non vi è pericolo di fuga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!