ELEZIONI – Politiche 2018, come si vota il 4 marzo

vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro

POLITICHE – Si vota domenica 4 marzo, dalle 7 alle 23, per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.

Per votare è necessario aver compiuto 18 anni per la Camera e 25 per il Senato, al seggio bisogna fornire un documento d’identità valido ed essere in possesso della tessera elettorale.

Si vota con la nuova legge elettorale, il Rosatellum bis, che si basa su un sistema misto quindi un terzo maggioritario e due terzi proporzionale: 232 seggi alla Camera e 116 al Senato saranno assegnati in collegi uninominali al candidato più votato, i restanti seggi invece saranno assegnati con il metodo proporzionale.

Ogni elettore riceverà due schede identiche, una rosa per la Camera e una gialla per il Senato, gli elettori di età compresa tra i 18 e i 25 anni riceveranno solo la scheda rosa.

Ogni scheda è divisa in rettangoli, in quello superiore è indicato il candidato al collegio uninominale mentre sotto ci sono i riquadri dei partiti che lo sostengono. Accanto al simbolo di ogni partito è riportato il listino dei candidati al proporzionale, questi ultimi sono “bloccati” quindi votando la lista verranno votati automaticamente. Non si può esprimere la preferenza sui candidati del proporzionale altrimenti la scheda risulterà nulla. Sono tre le modalità di voto ammesse:

Voto solo alla lista – Facendo la X solo sul simbolo di una lista il voto va sia al partito che, automaticamente, al candidato uninominale che questo appoggia e ai candidati del listino riportato accanto.

Voto solo al candidato uninominale – Facendo la X solo sul rettangolo con il nome del candidato all’uninominale il voto viene esteso anche alla lista o, in caso di coalizioni, alle liste che lo appoggiano in misura proporzionale.

Voto al candidato uninominale e alla lista – Sulla scheda possono essere messe due X: sia sul nome del candidato uninominale che sul simbolo di uno dei partiti presenti nella coalizione che lo appoggiano.

Non è ammesso il voto disgiunto – Candidato e lista devono appartenere allo stesso blocco, non si può indicare una lista e contemporaneamente un candidato uninominale sostenuto da un altro simbolo o da un’altra coalizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: