REGIONALI – Ruta “Torno a fare il docente”, il candidato per il centrosinistra è Antonio Di Pietro

Black&berries Venafro
Pubblicità Molise Network
Assicurazioni Fabrizio Siravo
franchitti interiors

CAMPOBASSO – Roberto Ruta di Ulivo 2.0 si fa da parte e lascia spazio ad Antonio Di Pietro nella corsa per il vertice della Regione.

Questo è quanto ha deciso l’ex senatore campobassano e comunicato alla stampa oggi dopo il passo indietro del governatore Frattura effettuato ieri e le decisioni della segretaria regionale del Pd dimissionaria ma in carica fino alla presentazione delle liste per le Regionali. L’abbandono di Ruta è annunciato. Quest’ultimo, infatti, ha spiegato che tanto aveva promesso già da tempo nel caso lo stesso Frattura abbandonasse il campo per facilitare la ricomposizione del centrosinistra in un unico blocco necessario per fronteggiare la prossima campagna elettorale. La scelta su Di Pietro è stata avallata dal presidente della Giunta e dalla Fanelli.

“Vogliamo qualcosa di diverso la continuità nella discontinuità – ha detto Ruta – Il centrosinistra e il Pd devono tornare a recitare un ruolo da primi attori e ci auguriamo che con Di Pietro avvenga tutto questo. Vogliamo un quadro politico chiaro trasparente pieno di gioia e di stimoli dobbiamo finirla con l’arroganza, questa parola non ci appartiene. Ora la palla passa a Ulivo 2.0 e a quanti hanno messo la loro faccia e il loro impegno per comporre una forza di grande spessore politico, io darò un aiuto esterno ritornando a fare il docente nella mia scuola di Bojano”.

Ma a quanto pare però la scelta di Di Pietro deve essere condivisa dai componenti di Ulivo 2.0 Democratica@ e Centro democratico e a quanti fanno parte del nuovo movimento politico che qualche settimana fa in una grande adunata di circa mille unità alla palestra Sturzo di Campobasso hanno votato Ruta, per acclamazione, candidato presidente e dalla stessa assemblea del Pd che si riunirà ad inizio settimana. Tra l’altro ci sono da sciogliere altri nodi come quelli dell’incandidabilità di quanti hanno partecipato allePolitiche e dei consiglieri uscenti come proposto. Una matassa che non è facile da lavorare e non è detto che possano ritornare all’ultimo momento soluzioni diverse da quella figurative del momento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Colacem
Ferrovie del Gargano

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: