ISERNIA – Villa Comunale, tra lamentele e degrado

La Molisana Natale plastica
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

VILLA COMUNALE – Ogni giorno se ne sente una nuova: i giochi per i bambini che cadono a pezzi, panchine traballanti, cartacce a terra, animali morti lasciati abbandonati. Eppure la situazione per la Villa Comunale non cambia.

Le segnalazioni dei cittadini sono tante e sempre più frequenti ma per l’unico parco di Isernia, punto di incontro per adulti e bambini, sembra che nessuno faccia nulla. Un tempo si passeggiava circondati da siepi ricche di fiori e i bambini si divertivano tra le altalene e il limpido laghetto, che vantava persino la presenza di un cigno. Adesso invece tutti sembrano avere solo bei ricordi ma, a quanto pare, le nuove generazioni sono costrette a cavarsela su giochi precari, arrugginiti e spesso con pezzi mancanti.

Le lamentele dei genitori arrivano puntuali ogni giorno, soprattutto sul web si possono trovare decine di foto che testimoniano la realtà. Basterebbe un minimo di attenzione in più, per lo meno far sì che la zona dove sono costretti a vivere gli animali venga mantenuta pulita oppure transennare i giochi pericolanti per evitare che i bambini si facciano male.

Ormai è caccia al colpevole del degrado, c’è chi lamenta un’amministrazione comunale assente, c’è chi punta il dito contro gli immigrati come se lo smaltimento dei poveri animali morti fosse di loro competenza. Forse la responsabilità è anche dei cittadini che, anche se non vogliono ammetterlo, a volte sono i primi a sporcare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
fabrizio siravo assicurazioni
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem
fabrizio siravo assicurazioni

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
error: