REGIONE – Ciocca chiede le dimissioni dai rispettivi ruoli istituzionali in Consiglio di Cotugno Micone e Di Nunzio

salvatore ciocca
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro

CAMPOBASSO – Dimissioni dagli incarichi istituzionali a palazzo D’Aimmo che ancora ricoprono sebbene eletti con il centrosinistra e ora nelle liste del centrodestra chieste dal consigliere regionale Salvatore Ciocca candidato con il centrosinistra di Veneziale.

“Ho atteso, fino ad oggi, un gesto di “dignità” politica da parte dei colleghi – componenti della maggioranza di centrosinistra – che ricoprono ruoli istituzionali in seno al Consiglio regionale e che hanno scelto di candidarsi con lo schieramento opposto rispetto a quello che ha consentito, votandoli, la loro elezione nei ruoli di Presidente della massima assise e dei vertici della Prima e Seconda Commissione consiliare.

Niente da fare: nessuno dei tre ha inteso affrontare questa campagna elettorale rinunciando al proprio ruolo, che è espressione del voto dello schieramento dal quale hanno inteso prendere le distanze.

Alcuni nottetempo, altri compiendo giri tortuosi per giustificare i cambi di casacca.

Evidenti motivazioni etiche, morali e di opportunità politica avrebbero dovuto essere ben considerate dai colleghi, quantomeno nei momenti immediatamente successivi alla ufficializzazione delle loro candidature tra le fila del centrodestra.

Così non è stato: per questo ho inoltrato al Presidente del Consiglio regionale e ai presidenti della Prima e della Seconda Commissione consiliare, rispettivamente i colleghi Cotugno, Di Nunzio e Micone, una ufficiale richiesta di dimissioni da tali cariche elettive.

Un atto dovuto, a mio avviso, nei confronti dell’elettorato che ci ha designato, cinque anni fa, in seno al Consiglio regionale. Elettorato di cui noi siamo espressione, ancora oggi. Quello stesso elettorato che, con i cambi di casacca e i salti della quaglia, viene sbeffeggiato senza ritegno alcuno.

Non si può giocare contemporaneamente in due squadre antagoniste: hanno preso responsabilmente una decisione e compiuto una scelta che, ritengo, debbano perseguire fino in fondo. Da ora”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: