REGIONALI – Turismo e cultura, i quattro candidati a confronto

REGIONALI - Candidati presidenti
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro

BORGHI D’ECCELLENZA – Torna l’atteso appuntamento di ogni campagna elettorale molisana, un botta e risposta tra i candidati governati alla Regione Molise su turismo e cultura.

L’evento organizzato da Borghi d’Eccellenza e Borghi della Salute con il quotidiano Un Mondo d’Italiani, Centro Studi Agorà e Molise Noblesse, è diventato ormai un appuntamento di rito. Lunedì 16 aprile, alle ore 11, presso la Piana dei Mulini, la splendida location sulla Bifernina, i quattro in lizza alle Regionali 2018 risponderanno alle domande di associazioni ed esperti del settore su turismo e cultura.

“Perché una diretta tra i candidati? Perché la politica – spiega il Coordinatore dei Borghi d’Eccellenza – non può esimersi dall’affrontare i temi importanti, rifugiandosi in programmi enunciati per grandi linee, senza specificare un piano di azione concreto ed effettivo. Il turismo è una scienza, la stima dell’incoming dà una prima misura della capacità attrattiva della regione. Quando tale indicatore è in crescita porta dunque risorse aggiuntive al mercato interno. Cultura e turismo sono generatori di reddito, non possiamo considerarli elementi secondari, ma fulcro della crescita economica del Molise”.

“Se solo volessimo considerare storia e biodiversità – continua – possiamo affermare che il Molise ha una biodiversità unica, pari al 75% di quella nazionale e, parallelamente, potrebbe sviluppare un’offerta turistica basata sulla storia e sui personaggi storici, come si sta facendo con Molise Noblesse, il progetto che promuove il brand ‘Movimento per la Grande Bellezza di una piccola regione’. Chi chiede la fiducia degli elettori per governare il Molise deve dire agli elettori cosa intende fare su questi due punti cardine, che da soli potrebbero significare la svolta, da soli potrebbero riequilibrare il gap economico ed occupazionale”.

“La costruzione di un brand per la rinascita della regione – spiega Mina Cappussi – che punta sulle eccellenze, sui luoghi, i paesi, le chiese, i castelli, le dimore storiche, i luoghi caratteristici, le tradizioni, i personaggi storici, per costruire l’immagine del Molise autentico, in risposta a chi dice che il Molise non esiste. Presenti giovani che devono ritrovare l’orgoglio delle radici, dell’appartenenza, devono sapere che c’è una strada per lo sviluppo e la creazione di posti di lavoro, ed è quella della valorizzazione della regione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
error: