VENAFRO – Ambito Territoriale Sociale, illustrato il resoconto

ambito territoriale sociale venafro
5x1000 Neuromed
Panificio Di Mambro Venafro
Blackberries Venafro
franchitti interiors

VENAFRO – “Sono stati attivati in totale progetti a servizio delle persone più deboli per un totale di 2 milioni e 900 mila euro”.

A comunicarlo, stamattina nella sala consiliare del comune di Venafro, il sindaco Antonio Sorbo responsabile dell’ambito territoriale sociale.

Ricordiamo che l’Ambito Sociale territoriale di Venafro comprende i comuni di: Acquaviva d’Isernia, Castel S. Vincenzo, Cerro al Volturno, Colli al Volturno, Conca Casale, Filignano, Fornelli, Montaquila, Montenero Valcocchiara, Pizzone, Pozzilli, Rionero Sannitico, Rocchetta al Volturno, Scapoli, Sesto Campano e Venafro e quindi i servizi e gli interventi hanno interessato tutto il territorio dei comuni sopracitati.

Di seguito l’elenco dei servizi e progetti:

  • segretariato sociale e servizio sociale professionale
  • servizio assistenza tutelare di base
  • servizio facilitazione accesso a servizi sociosanitari
  • servizio assistenza a non autosufficienti
  • servizio home care premium 2017
  • servizio supporto all’erogazione del REI
  • servizi di supporto all’erogazione del sia
  • servizio di assistenza domiciliare educativa ADE
  • servizio assistenza domiciliare disabili – S.A.D.
  • progetto pon – SIA
  • progetto tirocini di inclusione sociale
  • servizio di coordinamento e gestione

Assistenza agli anziani non autosufficienti, assistenza ai disabili con disabilità gravi o gravissime, servizio educativo domiciliare per bambini che hanno qualche difficoltà relazionale, trasporto per disabili, tirocini formativi, reddito di inclusione, insomma questi sono i servizi erogati ai 16 comuni appartenenti all’ambito sociale, in tre anni di attività. Importante anche il dato riguardante la creazione di posti di lavoro: la struttura, ha ricordato il primo cittadino di Venafro, ha 10 operatori fissi e 23 addetti delle cooperative accreditate.

Infine, la proposta di aprire uno sportello operativo a supporto delle donne che hanno subito violenze. Un progetto già operativo a Campobasso e che presto sarà attivo anche a Venafro.

“Un lavoro positivo e soddisfacente, condiviso con tutti i sindaci dell’ambito territoriale. –conclude Sorbo – Un gioco di squadra grazie anche alla professionalità del coordinatore dottor Antonio Melone. L’obiettivo futuro è dare continuità a tutti i progetti inserendone anche di nuovi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!