SANITA’ – Investimenti per 105 milioni di euro

Sanità pubblica molise
Panificio Di Mambro Venafro
franchitti interiors
Assicurazioni Fabrizio Siravo
5x1000 Neuromed

CAMPOBASSO –  Per strutture e servizi in sanità, arrivano 105 milioni di euro per nuovi investimenti nel Servizio regionale.

“Dopo lo sblocco del turn over – sottolinea il presidente Paolo Di Laura Frattura – che ci ha consentito di far ripartire le assunzioni rimediando al principale problema della nostra sanità, la mancanza di personale, diamo adesso avvio a importanti investimenti su tutto il nostro territorio per un importo pari a 105 milioni di euro”.

Il Piano degli investimenti sanitari è finalizzato al completamento, al miglioramento funzionale e all’ammodernamento tecnologico dell’esistente, così come previsto dal Programma operativo straordinario 2015-2018. E’ stato trasmesso ai Ministeri della salute e dell’economia per la sottoscrizione di un accordo di programma per l’attuazione degli interventi di edilizia sanitaria.

La copertura finanziaria è assicurata per oltre 100 milioni di euro (95%) con risorse a carico dello Stato e per i restanti 5 milioni (5%) con risorse a carico della Regione.

Sono 21 gli interventi previsti, il più importante è l’integrazione tra l’ospedale Cardarelli di Campobasso e la Fondazione Giovanni Paolo II, previsti 23 milioni di euro. Seguono poi l’adeguamento sismico, tecnologico funzionale e alle norme di sicurezza degli ospedali di Termoli e Agnone (13 milioni per ciascuna struttura), la realizzazione di un polo integrato per l’attività ospedaliera e distrettuale ad Agnone (5 milioni), la ristrutturazione e riconversione in strutture territoriali polivalenti degli ospedali di Venafro (4 milioni) e Larino (3 milioni), la riconversione in Case della Salute dei poliambulatori di Isernia (1,5milioni di euro), Frosolone (500mila euro), Trivento (500mila euro), Bojano (500mila euro), Montenero di Bisaccia (500mila euro), Castelmauro (500mila euro) e Termoli (2 milioni di euro). Completano il piano: 6 milioni di euro per il Centro territoriale ex ospedale Cardarelli di Campobasso, un milione di euro per il poliambulatorio di Sant’Elia a Pianisi, un milione di euro per la realizzazione di un Centro di salute mentale a Isernia, un milione di euro per l’adeguamento e la messa a norma del Centro di salute mentale di Campobasso, 26 milioni di euro per l’acquisto di apparecchiature elettromedicali, 1,5 milioni di euro per l’acquisto di auto mediche, 500mila euro per il percorso riabilitativo sanitario di Casacalenda e un milione di euro per la residenza protetta di Poggio Sannita.

Per il presidente Frattura si tratta di “interventi possibili grazie al serio lavoro di riorganizzazione del nostro servizio sanitario regionale condotto in questi cinque anni con una sola priorità, rendere ai tutti i nostri cittadini una sanità di qualità appropriata ed efficiente con servizi distribuiti su tutto il territorio”.

“Un obiettivo sempre più vicino – conclude Frattura – e che nel giro di poco sarà ancora più evidente e a disposizione di tutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MESSAGGIO ELETTORALE »

Carmine Amoroso

PUBBLICITA’ »

pubblicità »

open day colacem

Scarica l’App Molise Network »

Carmine Amoroso
error: Content is protected !!