VENAFRO – Arrestati i rapinatori della Banca Intesa San Paolo. I dettagli dell’operazione

ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro

CRONACA – Finiscono in manette gli autori della rapina a mano armata dello scorso 28 agosto a Venafro, identificati grazie ad un telefono cellulare perso durante la fuga.

Durante le prime ore di questa mattina, a Napoli, i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Isernia, in collaborazione con i reparti dell’Arma territorialmente competenti del capoluogo partenopeo, hanno dato esecuzioni ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tre persone, emessa dal GIP del Tribunale di Isernia, dott.ssa Vera Iaselli, su richiesta della locale Procura della Repubblica nella persona del Sostituto Procuratore dr. Marco Gaeta e del Procuratore Capo dr. Paolo Albano.

La banda di rapinatori, lo scorso 28 agosto, aveva portato a termine la rapina a mano armata presso la Banca Intesa San Paolo di Venafro prelevando circa 5mila euro. Si tratta di tre pregiudicati napoletani, Massimiliano Murolo, 40enne, Salvatore Esposito, 50enne già condannato per rapina 12 volte, e Pasquale Papa, 40 anni. A finire in carcere quali autori materiali della rapina Murolo ed Esposito, responsabili anche di sequestro di persona in quanto, dopo aver colpito violentemente al volto con il calcio di una pistola semiautomatica un dipendente della banca, hanno immobilizzato gli altri presenti legandoli con fascette di plastica e rinchiudendoli all’interno del locale dove era situata la cassaforte.

Papa, invece, è finito ai domiciliari colpevole di aver fatto da palo durante la rapina e per aver fornito agli altri due lo scooter con il quale fuggire.

“Un’indagine difficile – ha detto il Procuratore Albano – perché non è usuale che vi siano ancora rapine in banca con i rapinatori armati di pistola, fortunatamente l’elevata professionalità dei Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia e della Compagnia di Venafro ha permesso di arrivare a questi ottimi risultati. I tre soggetti del napoletano sono dei veri e propri professionisti della rapina, basti pensare che uno dei tre quel giorno era evaso dai domiciliari proprio per commettere la rapina. Le indagini sono partite anche grazie alla collaborazione dei cittadini di Venafro e hanno permesso di giungere all’identificazione e all’arresto dei tre rapinatori”.

Dopo la rapina infatti, grazie alle testimonianze dei cittadini presenti quel giorno, i Carabinieri sono riusciti a trovare il motorino usato per scappare, all’interno del quale era custodito un telefono cellulare. Da qui sono partite le indagini, tramite il cellulare infatti è stato possibile monitorare le telefonate dei soggetti e i loro vari spostamenti scoprendo che già in passato erano stati a Venafro per effettuare sopralluoghi, ritenendolo un luogo strategico per attuare il reato.

“Avere avuto da subito le indicazioni sul mezzo utilizzato dai rapinatori ci ha permesso di rinvenirlo nell’immediatezza della rapina, – ha spiegato il Comandante della Compagnia di Venafro Mario Giacona – questo non gli ha permesso di sbarazzarsi di questo telefonino ‘usa e getta’, un tipo di telefonini utilizzati spesso per questo tipo di reati. Per nostra fortuna il telefonino era stato utilizzato con altre sim card e in questo caso i rapinatori avevano commesso degli errori. È stato difficile poiché è stato tutto un gioco di sim intestate ad extracomunitari, quindi abbiamo dovuto analizzare il traffico telefonico per risalire ai reali utilizzatori”.

“Questa indagine – ha concluso il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Isernia Gennaro Ventriglia – ha avuto una svolta molto importante anche a seguito delle segnalazioni che abbiamo ricevuto dai cittadini che hanno assistito a quello che stava accadendo e ci hanno dato indicazioni utili per lo svolgimento delle indagini. Quando c’è sinergia tra Forze dell’Ordine e la cittadinanza i risultati si conseguono in tempi più celeri e con risultanze più concrete”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: