CRONACA – Rapina di via Calabria, individuato e arrestato il rapinatore della farmacia

Assicurazioni Fabrizio Siravo
Blackberries Venafro
5x1000 Neuromed
Panificio Di Mambro Venafro

CAMPOBASSO –  Solo poche ore per individuare e arrestare l’autore della rapina alla farmacia di via Calabria a Campobasso.

E’ un ventiseenne di Ripalimosani che ieri pomeriggio a volto coperto e con un coltello tra le mani ha fatto irruzione nella farmacia provocando il panico nella professionista presente che è scappata via consentendo al ladro di portare via l’incasso della giornata, circa 500 euro.

Un giovane  che da tempo veniva seguito dalla Polizia di Stato di Campobasso, Volante e Mobile, che si presume possa essere l’autore anche della rapina all’Aci di via Piave di Campobasso consumata alcune settimane fa. Il giovane di Ripalimosani aveva fatto già un sopralluogo in via Calabria sulla tarda mattinata con un amico, come hanno sottolineato il capo della Mobile dott. Iasi, nella conferenza stampa tenutasi oggi in mattinata, quando aveva chiesto alcune siringhe e aghi non avendo i soldi a sufficienza per l’acquisto di quest’ultimi. Erano andati, perciò, via inveendo contro o dicendo frasi di minaccia contro la gestione della farmacia.

Uno dei due si è poi ripresentato verso le ore 16,00 di domenica armato e a volto coperto mettendo in panico la titolare dell’esercizio sanitario farmeceutico e arraffando la somma sopra descritta. La dottoressa di turno nella farmacia ha guadagnato l’uscio memorizzando comunque  lo scooter e i numeri di quest’ultimo che poi sono stati utili  alla Polizia per individuare il rapinatore già “visitato” a casa il 27 aprile dai poliziotti. Il ventisenne viene, perciò, appostato nelle vicinanze della sua abitazione senza il suo ciclomotore che aveva abbandonato campagne e qui arrestato e portato in Questura.

Ovviamente il fatto ha destato qualche urbamento per le modalità con cui si è svolto e per quanto ha sviluppato anzi non ha prodotto nel mentre si consumava la rapina. Abitanti del quartiere qualcuno dietro le finestre ma nessuno è intervenuto tempestivamente per denunciare quanto stava accadendo. Sul caso ha voluto soffermarsi  il Questore Mario Cageggi che ha rivolto un appello alla popolazione

“Invito la cittadinanza ad utilizzare l’applicazione Youpoll per segnalare in maniera anonima, con foto e video, eventuali reati e fatti di bullismo. Questa applicazione è al servizio della collettività ma ci siamo accorti che è sottoutilizzata, ma il suo utilizzo è fondamentale”.

Durante la conferenza stampa, inoltre, non sono mancati da parte del dott. Iasi alcune sottolineature sui casi di delinquenza consumati per l’acquisto di droga da parte di tossicodipendenti e su quest’ultimi che fanno pressioni sulle famiglie per ottenere sempre denaro in alcuni casi depauperando le casse e i beni familiari, come nel caso, la vendita di attrezzi agricoli necessari per lavorare la terra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!