REGIONE – Il responsabile cittadino di “Noi con Salvini” respinge ogni ipotesi di rappresentanza esterna alla Giunta regionale

salvini e Romagnuolo
Panificio Di Mambro Venafro
Assicurazioni Fabrizio Siravo
franchitti interiors
5x1000 Neuromed

CAMPOBASSO – Per rafforzare alcune posizioni sulla valutazione per la designazione dei rappresentanti di “Noi con Salvini” in Giunta regionale,  il responsabile del coordinamento cittadino Antonio Di Viesti a proposito conferma.

“Lo dico sommessamente ma convinto di avere dalla mia la forza della ragione. Lo affermo in prima persona ma consapevole di esprimere il desiderio di tutti, proprio tutti: Basta giochini di partito; basta con le logiche di spartizione delle poltrone; basta coi tecnici che si sostituiscono ai politici e non risolvono un bel niente; basta con chi, senza voti e senza passare dalle elezioni crede di poter rappresentare la volontà popolare senza aver preso un voto!”. Noi siamo “la Lega” di Salvini e siamo nati da una precisa istanza di rinnovamento, per la quale abbiamo raggiunto risultati straordinari anche qui, al sud, in Molise ed a Campobasso, dove mi onoro di rappresentare la Lega e Matteo Salvini. Mi dissocio dal nefasto intento che ci ricondurrebbe spediti alla irrilevanza politica di nominare assessori esterni. Fuori i professionisti della poltrona, i poltronari, sempre pronti a sfruttare le mille pieghe delle norme e degli ordinamenti per rincorrere bramosie di fama e di potere.

Fuori coloro che hanno piegato la Regione e la Nazione portando i cittadini alla esasperazione. La Lega ha numerosi uomini (e donne) che hanno speso la propria credibilità, scendendo direttamente nelle piazze, fra la gente, e riscuotendo voti personali e indiscusso successo politico; ed è a questi che Matteo Salvini deve affidare la conduzione dei processi politici per aiutare le persone, non a chi cavalca l’onda a fini personalistici. Voglio sperare che nella costituzione della giunta regionale della nostra amata Regione, il nostro partito sappia esprimere con forza e chiarezza il concetto che “amministratore popolare è chi ha ricevuto i voti e il consenso popolare” e, quindi, sappia proporre-imporre alla coalizione figure assessoriali che serbano nel proprio seno “direttamente” la necessaria sovranità, acquisita passando dal voto.

Al neo eletto Presidente Toma, rivolgo il forte appello di rispetto dei canoni minimi di democrazia e decenza (!!) e di far rispettare il voto dei suoi corregionali. La Lega nasce, cresce e fortunatamente prospera per un nutrito numero di persone che credono nei valori di lealtà e corrispondenza alla Nazione, al territorio, agli elettori, che non possono più essere traditi impunemente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

MESSAGGIO ELETTORALE »

Carmine Amoroso

PUBBLICITA’ »

pubblicità »

open day colacem

Scarica l’App Molise Network »

Carmine Amoroso
error: Content is protected !!