ODG MOLISE – Femminicidio e giornalismo ambientale, giornata ricca di formazione

ODG MOLISE - Femminicidio e giornalismo ambientale, giornata ricca di formazione
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
ristorante il monsignore venafro

VENAFRO/CAMPOBASSO – Una giornata intensa, quella di ieri, per l’Ordine dei Giornalisti del Molise.

Il riferimento va alla formazione professionale continua che va visto ben due corsi in programma: il primo a Venafro sul femminicidio, il secondo a Campobasso sul giornalismo ambientale, per un totale di 13 crediti. E la risposta è stata soddisfacente, viste le numerose presenze dovute sia alla collaborazione della Camera pensale e dell’ordine degli avvocati di Isernia, sia per la intensa con l’Arpa Molise, sia per i relatori, che per le presente con numerosi giornalisti giunti dal cassinate, dal fortore foggiano e dall’area sangrina.

Un appuntamento, quello di Venafro, promesso da tempo dall’organizzatore Enzo Cimino, consigliere nazionale dell’Ordine, che aveva indicato, insieme al presidente Petta ed al delegato Sergio Di Vincenzo, Venafro come meta aggiunta ad Isernia, come sede di eventi formativi. Il tutto grazie alla collaborazione del giornalista bioeticista don Salvatore Rinaldi, pronto a concedere la sede parrocchiale di via Pedemontana, alla consigliera regionale uscente Nunzia Lattanzio, protagonista di un intervento apprezzato dalla platea, per via della legge regionale approvata all’unanimità dalla maggioranza Frattura, proprio sulla violenza di genere e forme di tutela ed intervento. Oltre a Lattanzio e Rinaldi, davvero esaustiva la relazione dell’avvocato, giornalista e magistrato a Cassino di Francesco La Cava, sui reati e la giurisprudenza vigente, come interessanti le relazioni delle attivissime nel settore quali Gioconda Marinelli, Ester Basile e Carmela Maietta.

Animato anche il dibattito come è bello e giusto che sia, intercorso tra il pubblico ed i relatori: occorre sensibilizzare la gente, spingere i parlamentari a modificare le norme, catturare l’attenzione della stampa su questi tempi, che, visti i casi di cronaca, si limita a fare cronaca senza scavare a fondo sui problemi reali della società.

Stesso exploit su Campobasso, dove due ingegneri dell’Arpa Molise Luigi Pierno e Gaetano Ciaramella hanno relazionato sulle diverse tematiche a,bientali e sui procedimenti amministrativi ad esso connessi, preceduti sul ruolo della stampa sull’inquinamento ambientale della giornalista del ramo Laura Quaranta. Anche in questo caso abbastanza animato è stato il dibattito venutosi a creare sia per alcune questioni legate a impianti sospetti nel foggiano, sia sul futuro dell’area parco del Matese, sia per la questione pozzi petroliferi di Cercemaggiore, previa una relazione sul libro dell’ex consigliere regionale Salvatore Ciocca (assente) del consigliere nazionale Vincenzo Cimino.

Il prossimo evento, a Campobasso presso la Camera di Commercio, il 6 giugno, sui rapporti tra informazione e pubblica amministrazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: