ISERNIA – Laghetto della villa comunale, acqua verde e animali morti. Continuano le lamentele

faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro

VILLA COMUNALE – Continuano senza sosta le lamentele dei cittadini circa le condizioni della villa comunale, in particolare della pulizia del laghetto.

Un’area di incontro per adulti e ragazzi ma, soprattutto, di gioco per i bambini dovrebbe essere sempre curata. Purtroppo non è il caso della villa di Isernia, dove tra giochi rotti ed erba alta ogni giorno sembra uscirne una nuova. Da un po’ di tempo i residenti lamentano l’incuria in cui versa il laghetto, con acqua verde e torbida ed animali morti, ma anche pieno di cartacce e roba di plastica. Segno di incuria, certo, ma anche di molta inciviltà.

A fare infuriare particolarmente gli isernini, dunque, è la sporcizia dell’acqua e sui social spuntano nuove foto e accuse nei confronti dell’Amministrazione comunale. A rispondere è il consigliere Nicola Moscato, il quale spiega che presto verranno attuati i lavori all’unico parco della città.

“L’ acqua è stagnante perché non esiste alcun sistema di ricircolo dell’acqua, ergo si creano le alghe. – ha scritto Moscato – Mi sembra normale. La pulizia per tenerla sempre limpida è impensabile perché un’operazione del genere costa all’incirca 2.000 euro ogni volta. Il progetto della villa comunale è stato già approvato e prevede degli interventi nella vasca anche al fine di evitare tali inconvenienze. Va da sé poi che gli animali non ci potranno più stare”.

“L’impianto di depurazione è stato già previsto all’interno del progetto di risanamento della villa – ha spiegato ancora il consigliere – che tra breve verrà spiegato nei dettagli dall’assessore al ramo. Sono previsti diversi interventi, compresi quelli dell’installazione di alcune telecamere. Questo per rispondere a qualche utente distratto che ancora non capisce che la parte politica deve occuparsi di questo. Per il resto esiste un’area tecnica con le relative ditte che si occupano dei vari settori (deiezioni canine, verde pubblico, etc…)”.

Ma intanto sorge un dubbio, è vero che della pulizia dell’area non dovrebbero occuparsene i cittadini, ma carta e plastica come hanno fatto a finire nella tanto amata acqua del laghetto? E soprattutto, chi continua a buttare le tartarughe? La domanda se la sono fatta in molti, praticamente tutti quelli che hanno commentato le foto attraverso Facebook.

“Il senso civico non lo possiamo inculcare alle persone che non lo hanno. – ha concluso Moscato – A volte molti prendono città dell’hinterland napoletano come metro di paragone in negativo per queste cose. Bene. Noi non siamo da meno. Anzi, considerato il numero della popolazione, siamo anche peggio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: