VENAFRO – Comunali, Alemanno a sostegno dei candidati

5x1000 Neuromed
Assicurazioni Fabrizio Siravo
Panificio Di Mambro Venafro
Blackberries Venafro

COMUNALI – Gianni Alemanno, leader del Movimento Nazionale per la Sovranità, a Venafro per sostenere i candidati della lista “Venafro nel Cuore”.

Dopo la tornata elettorale del 4 marzo, Alemanno torna in Molise in vista delle elezioni comunali del 10 giugno. Tra i candidati di Cotugno, infatti, c’è anche una esponente del Movimento fondato dall’ex sindaco di Roma.

“C’è stata una battaglia importante per le Regionali in Molise che ha visto prevalere il centrodestra, – ha detto Alemanno – adesso dobbiamo completare l’opera conquistando un comune importante come Venafro. Noi appoggiamo il sindaco Cotugno e la nostra candidata del Movimento Nazionale per la Sovranità, Carmen Mancone. Le elezioni qui sono molto importanti in quanto Venafro è la porta del Molise, per un Movimento appena nato come il nostro è necessario radicarsi nel territorio. Inoltre, è chiaro che è anche un segno di continuità con l’opera della Lega al Governo”.

A rappresentare il partito di Alemanno, dunque, c’è la candidata Carmen Mancone decisa a valorizzare il proprio territorio.

“La motivazione per cui mi sono candidata è il bene e l’amore profondo che nutro per il mio paese, per la mia terra e per i miei concittadini. – ha spiegato la Mancone – Il mio impegno infatti è profuso perché Venafro possa risollevarsi da un quinquennio di stasi, Venafro oggi è morente e agonizzante. Il programma che porta avanti la mia squadra è un programma che abbraccia tutta Venafro, abbraccia tutte le classi, e io mi impegnerò affinché possa concretizzarsi qualsiasi progetto e qualsiasi idea che oggi abbiamo proposto ai nostri concittadini”.

Non mancano ovviamente i commenti circa il nuovo Governo, secondo Alemanno necessario. L’alleanza tra la Lega e il Movimento 5 Stelle era, a suo parere, l’unica soluzione possibile.

“L’alternativa – ha affermato – sarebbe stata un governo tecnico che avrebbe creato grossi problemi agli italiani. Se questo Governo riuscirà a fare una buona trattativa in Europa per ridare spazio all’Italia e se riuscirà ad affrontare alcuni temi importanti, come quello della riduzione delle tasse e dell’immigrazione, sarà valsa la pena. Se il 4 marzo Berlusconi e Meloni avessero riconosciuto da subito la leadership di Salvini, io credo che la Lega avrebbe avuto i voti per governare da sola”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!