POSTE – La rimodulazione orari estivi nei paesi del Molise

franchitti interiors
Panificio Di Mambro Venafro
Blackberries Venafro
5x1000 Neuromed

CAMPOBASSO – Il Piano apertura degli uffici postali nei paesi del Molise sembra che appaia meno traumatico del solito.

Non si lamentano le Associazioni di Lega autonomie l’Altritalia e Movimento consumatori. Che mettono in evidenza

“Come ogni anno, Poste Italiane ha predisposto il piano estivo di rimodulazione dell’apertura degli Uffici Postali nel periodo estivo (dal 15 giugno al 15 settembre).

Secondo il nuovo assetto a seguito della privatizzazione Poste Italiane sottopone il Piano all’Autorità delle Comunicazioni che apre una procedura di ascolto dove le parti presentano le loro osservazioni e richieste di modifica, si apre in sostanza una trattativa .Alla procedura hanno preso parte anche la Lega delle Autonomie Locali, il Movimento Consumatori, L’Altritalia Ambiente.

La rimodulazione (riduzione dei giorni e/o orari di apertura) riguarda quest’anno 2029 U.P.

In base al “Decreto Gentiloni” (DM 26/6/2007), sono esclusi:

  1. a) I comuni con popolazione uguale o inferiore a 5000 abitanti con un solo UP;
  2. b) I comuni a vocazione turistica (in base a delibera regionale);
  3. c) Gli UP che non abbiano un altro UP a distanza inferiore di 10 Km.

Il CNCU, richiesto dall’AGCOM, ha espresso parere favorevole al Piano 2018 come gli altri partecipanti alla consultazione , sulla base di 3 considerazioni:

1)    Si è ritenuto che il piano predisposto da Poste Italiane rispetti i criteri e gli standard minimi fissati dalla normativa vigente;

2)    Si è preso atto della flessibilità con cui, in alcuni casi, Poste Italiane ha applicato i criteri formali adattandoli ad esigenze sostanziali della clientela (ad esempio: saranno evitate chiusure nei giorni di pagamento delle pensioni e di altre scadenze; i 10 Km massimi di distanza da altro UP , sono calcolati da ufficio a ufficio, anziché dai confini comunali, ecc.)

3)    Per l’86% dei 2029 UP coinvolti, la rimodulazione sarà limitata a max 5 gg nell’arco dei 3 mesi (per il 29% soltanto 1 o 2 gg e per il 57% da 3 a 5 gg.).

Poste Italiane dovrà comunicare con almeno 10 gg. di anticipo le variazioni estive a ciascuno dei sindaci dei comuni interessati dalla rimodulazione. Inoltre, negli UP coinvolti dovrà essere esposto, almeno 7 gg. prima, l’avviso di variazione, visibile dall’esterno anche ad ufficio chiuso”.

Nel prossimo autunno, presso il MiSE, sarà organizzato un tavolo di confronto fra CNCU, AGCOM, e Poste Italiane, per analizzare eventuali criticità verificatesi durante l’estate.

Uffici molisani di Poste Italiane interessati alla rimodulazione

CB Campobasso CAMPOBASSO 4 48747 1,1
CB Guglionesi GUGLIONESI 5449 8,2
CB Larino LARINO 7142 1,8
CB Riccia RICCIA 5403 0,8
CB Termoli TERMOLI 2 32793 4,0
CB Trivento TRIVENTO 1 4812 0,6
IS Agnone AGNONE 1 5240 0,8
IS Castelpetroso INDIPRETE 1662 3,1
IS Forlì del Sannio FORLI’ DEL SANNIO 735 6,7
IS Frosolone SAN PIETRO IN VALLE 3255

4,2

IS Montaquila MONTAQUILA 2451 5,4
IS Rocchetta a Volturno ROCCHETTA A VOLTURNO 1064 3,9
IS Sant’Agapito SANT’AGAPITO 1387 2,8
IS Sesto Campano ROCCAPIPIROZZI 2331 4,3
IS Vastogirardi VASTOGIRARDI 728 8,0
IS Venafro CEPPAGNA 11236 4,6

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!