MANIFESTAZIONE – Associazioni e Comitati in piazza stasera a Campobasso a difesa dei migranti

vaccino salva vita
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – No agli armamenti e quindi agli stanziamenti in questa direzione nei paesi ricchi superando il 2% del Pil come asserisce e ordina il presaidente degli States Trump ai Paesi della Nato.

La Rete delle associazioni pacifiste ed umanitarie internazionali chiedono, invece, meno fondi per le armi e maggiori investimenti per lo sviluppo dei Paesi Poveri per creare condizioni di crescita, lavoro e benessere soprattutto in Africa, Asia e America Latina, così da fermare a monte i flussi migratori. Non sarà semplice rallentare i venti di guerra che spirano dagli Stati Uniti alle forze reazionarie dell’ultradestra europee, ma non per questo bisogna rassegnarsi ad una prospettiva di paura, nuovi conflitti, odio, sfruttamento e persecuzioni verso profughi, rifugiati, rom e minoranze di qualsiasi natura.

“Al contrario – sostengono Michele Petraroia e Roberta Iacovantuono del Circolo Auser di Padre GiuseppeTedeschi –  questa emergenza deve indurci a contrastare con determinazione le scelte sbagliate che vanno profilandosi nelle aree ricche del mondo riaffermando il primato della parità di diritti tra tutti gli esseri umani ovunque nascano e di qualsiasi colore abbiano la propria pelle”. Per questi motivi  il 7 luglio è stato accolto l’appello di Don Luigi CIOTTI indossando la maglietta rossa come emblema delle magliette che le mamme dei bambini mettono ai propri figli prima di farli salire sui barconi.

E per la stessa ragione oggi alle 18.00 ci sarà in Piazza Municipio a Campobasso una grossa manifestazione insieme ad altre associazioni umanitarie dove saranno accompagnati  i Collettivi Spagnoli di “Abriendo Fronteras” da domani a Ventimiglia per poi spostarsi a Palermo, a Catania e a Riace.

“Condividiamo la loro lotta in difesa dei migranti e saremo pronti a sostenerli anche al cospetto di prevedibili difficoltà che incontreranno in Italia visto che già hanno ricevuto prime avvisaglie di un clima preoccupante. Non lasceremo sola Francesca, la volontaria di Campobasso che è una delle protagoniste di queste iniziative di lotta, e ci adopereremo perché cambi l’agenda culturale di questo periodo ripristinando il primato della Convenzione di Ginevra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: