EVENTO – Alla Bit si può rinunciare

Turismo “Europeo Condiviso“ Il Molise c’è con Larino, Venafro ed Agnone
Pubblicità Molise Network
Black&berries Venafro
franchitti interiors
Assicurazioni Fabrizio Siravo

CAMPOBASSO – “Il Molise non può rinunciare alla Bit di Milano”.

Il Molise, invece, può rinunciare alla Borsa del turismo se è vero come è vero che nel corso degli anni ha buttato centinaia di migliaia di euro per questo evento, mediante una partecipazione che  è costata sui 150 mila euro con punte anche di 300 e 400 mila euro andando più indietro negli anni. Se si riesce a farla direttamente e in altro modo, ovviamente in Molise, per raggiungere obiettivi più concreti e diretti spendendo gli stessi soldi o anche meno e ospitando in loco quelli che organizzano i flussi turistici i cosiddetti ideatori di pacchetti turistici facendo conoscere loro ciò che il territorio offre in tutta la sua composita varietà dal verde alla montagna alla collina al mare all’arte alla cucina all’enogastronomia al paesaggio all’arte e alla cultura, ben venga!

Siamo d’accordo con l’assessore al turismo Vincenzo Cotugno sull’iniziativa, non condividiamo affatto quanto ripropone Rino Morelli di Confindustria che puntualizza “Il Molise non può rinunciare alla Bit”. Cambiamo registro, vediamo se questa formula punta agli effetti desiderati. La considerazione di fatto è che dopo tante Bit la situazione turistica locale e quindi l’attrazione al Molise restano ferme al palo. Pochissimi i riscontri dopo Bit. Una nota su tutte molto triste tra l’altro: molti centri turistici e alberghi sono stati trasformati in luoghi di accoglienza migranti. Sarà perché non c’è stata una continuità a quanto proposto nella cosiddetta vetrina di Milano, sarà perché è stata carente la promozione successiva, sarà per la mancanza di  politiche adeguate sempre, invece,  sbagliate messe e puntate più sul locale e stagionale piuttosto che su un articolato ed avveduto progetto di ospitalità guidata e diffusa e di eccellenza? Può darsi, allora visto e considerato tanto, la Bit facciamocela a casa nostra con quanto ci basta e attraverso chi veicola il turismo e l’interesse nella fattispecie su quanto offre il Molise.               

                                                                                                                       Il direttore

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

Ferrovie del Gargano
Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

PUBBLICITA’ »

Ferrovie del Gargano
Colacem

Resta aggiornato »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

error: