SANITA’ – Decesso 47enne, gli ispettori a Termoli. Associazioni e Comitati di nuovo in piazza

ispettori sanità termoli
5x1000 Neuromed
franchitti interiors
Panificio Di Mambro Venafro
Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – Una giornata piena di polemiche sospetti e veleni quella cominciata stamane per la sanità molisana dopo l’ultimo episodio diventato un caso molto scottante avvenuto presso l’ospedale San Timoteo di Termoli.

In mattinata sono arrivati i due ispettori del Ministero della sanità accompagnati al San Timoteo di Termoli dal direttore generale Gennaro Sosto dal direttore amministrativo Antonio Forciniti e dal direttore sanitario del nosocomio termolese Filippo Vitale.

Sono stati mandati dalla Ministra Grillo per verificare le cause di morte del 47enne larinese deceduto per emorragia cerebrale. Quest’ultimo sentitosi male martedì scorso da Larino è stato trasportato a Termoli, dove non è stato sottoposto a Tac perché il macchinario era in riparazione e poi spostato a San Giovanni Rotondo dove è giunto in condizioni gravissime che l’hanno portato alla morte cerebrale. Stamane, poi, è deceduto e tra l’altro i familiari hanno autorizzato l’espianto di organi per donazioni.

Gli ispettori  del Ministero, scattate anche indagini da parte dell’Asrem, dovranno ovviamente fare luce su una serie di episodi cha si sono susseguiti dal momento in cui si è sentito male a Larino, soccorso dal 118, fino alla conclusione del dramma in Puglia.

Tutto questo riapre il problema deli tagli alla sanità, lo smantellamento effettuato in precedenza dei punti di emergenza soccorso presso gli ospedali, della neurochirurgia a Campobasso ILe tanti altri problemi sollevati nelle ultimissime ore dai Cinque stelle e da Associazioni a difesa della sanità pubblica. Il Forum, ad esempio, capeggiato dal dott. Italo Testa è tornato a riunirsi e sabato alle ore 18,00 organizzerà un corteo a Larino che partendo dall’ospedale Vietri raggiungerà Piazza del popolo. Una manifestazione silenziosa che vuole riportare il tema sanità nell’agenda delle cose da rivisitare soprattutto alla luce di episodi registratisi in regione che dimostrano come non si possa fare a meno di alcuni presidi salva vite.

Ovviamente il governo regionale attual ha in qualche maniera le mani legate perché da poco insediatosi subisce le limitazioni del decreto Balduzzi e quanto quest’ultimo ha prodotto sulla riorganizzazione o meglio sullo smantellamento di alcune strutture ospedaliere ritenute imprescindibili per l’emergenza e per alcuni casi di interventistica specialistica. Il Governatore Toma, di fronte a una situazione che  effettivamente va rivista, ha dichiarato come sia impossibile da parte sua operare nella maniera in cui si trova dovendo avere a che fare con un commissario ad acta che è ancora Frattura e come sull’argomento non si abbiano ancora le idee chiare se è vero come è vero che la ministra Grillo ha confermato che il commissario ad acta debba essere un terzo al di fuori del vertice della Regione così come è stato sino ad oggi. Una proposta ovviamente che il presidente della Giunta non condivide in alcun modo come pure è rimasto di stucco quando ha appurato dall’esterno e non direttamente dal Ministero della visita degli ispettori e quindi quantomeno rammaricato per un’assenza totale di comunicazione con il Ministero della salute.

Insomma un bel rompicapo  per il governo regionale in vista di un autunno che sarà vermanete caldo e che condurrà molto probabilmente a rivalutare in Consiglio regionale il Piano operativo sanitario almeno per quello che riguardo alcuni aspetti di pronto intervento e perciò di reparti e professionalità di prima linea in grado di tamponare situazioni critiche e o drammatiche come quella di Larino capitata martedì sera.

Intanto da fonte Ansa secondo quanto dichiarato dall’avv. Michele Urbano la famiglia del 47enne larinese deceduto per aneurisma cerebrale ha presentato esposto alla Procura di Larino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

PUBBLICITA’ »

Colacem

Scarica l’App Molise Network »

PUBBLICITA’ »

error: Content is protected !!