SCUOLA – Disponibili 101 posti in ruolo per Ata. La Flc Cgil “Non compensano neppure i pensionamenti 2018-2019”

Assicurazioni Fabrizio Siravo
Black&berries Venafro
franchitti interiors
5x1000 Neuromed

CAMPOBASSO – Personale Ata, sono 101 i posti disponibili per le immissioni in ruolo in Molise.

Sono stati pubblicati il 20 luglio scorso, infatti, i movimenti del personale degli assistenti tecnici amministrativi. Dopo la pubblicazione dei risultati della mobilità, secondo i dati rielaborati forniti dal Ministero dell’Istruzione le disponibilità per le prossime immissioni in ruolo, distinti per profilo e provincia (i dati finali potrebbero subire qualche lieve variazione a seguito di rettifiche) sono le seguenti:

  DSGA ASS.AMM ASS.TECN COLL.SCOL AZ.AGR GUARD. CUOCO INF TOT
CB

2

18

7

39

1

1

1

1

70

IS

1

14

5

11

0

0

0

0

31

MOLISE

3

32

12

50

1

1

1

1

101

Si ricorda che a livello nazionale, a fronte di 16.949 posti liberi sono state richieste solo 10.000 assunzioni a tempo indeterminato (circa il 60%). In Molise, i posti liberi dopo le operazioni di mobilità sono 101, secondo quanto osserva la Flc Cgil, per cui laddove si applicasse la stessa percentuale per le immissioni in ruolo, sarebbe possibile effettuare solo 60 nomine a tempo indeterminato per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole della nostra Regione.

Si tratterebbe comunque di un numero di assunzioni insufficiente, che non compenserebbe nemmeno i pensionamenti disposti a partire dall’a.s 2018/19.

“In ogni caso – sottolinea Pino La Fratta segretario regionale di Flc Cgil Molise – non basteranno per garantire la funzionalità delle scuole: la vigilanza degli alunni, l’assistenza ai disabili, la pulizia dei locali, i servizi rivolti all’utenza, le mille incombenze amministrative da cui sono gravate le scuole rischiano di non essere garantite.  Più volte abbiamo denunciato il drastico calo dell’organico di diritto del personale ATA nella nostra Regione: in dieci anni si sono persi perso 494 unità di personale tra tutti i profili”.

Quindi suggerisce

“A fronte di tali numeri e considerata la situazione ed il fabbisogno delle Istituzioni scolastiche della nostra regione, ribadiamo la richiesta di rivedere i criteri decisi a livello nazionale con cui si determinano le dotazioni organiche, sostanzialmente fermi al parametro numerico degli alunni, senza tener presente l’odierna complessità della scuola le caratteristiche e la specificità del nostro territorio.

Ad oggi i nostri appelli sono rimasti inascoltati da parte delle istituzioni e del governo regionale: è tempo di dare risposte alle richieste del mondo della scuola, che chiede attenzione e interventi concreti per arrestare un declino che altrimenti sarebbe inesorabile”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

PUBBLICITA’ »

franchitti interiors
Colacem

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »